ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùQUI DESIGN! - OSSERVATORIO MIRA

Dall’auto alla moda, Torino traina l’industria del progetto

2' di lettura

Il design permea le attività economiche in diverse fasi della loro vita, per questo l’economia del design può essere considerata come un ecosistema dai confini porosi: il design penetra in molti settori ed evolve nel tempo come un’attività trasversale che può essere colta soltanto attraverso percorsi di analisi continuativi e dinamici per intercettare le nuove direzioni di sviluppo e intersezione. Per questo motivo, il team di ricerca dell’Osservatorio Regionale sul design in Piemonte Mira, ha adottato una tassonomia delle attività di design basata su tre traiettorie di analisi in base alle quali poter valutare l’intero ecosistema economico del design piemontese: il Core Design che comprende le imprese che svolgono attività di design come core business, il Design Driven che comprende le aziende che utilizzano il design come input caratterizzante per lo sviluppo della propria offerta e il Design Hidden, ovvero quelle realtà che utilizzano il design come input aggiuntivo nello svolgimento delle proprie attività e in quanto tale spesso non percepibile. Sulla base di questa classificazione, nel 2021 sono state mappate 2.616 imprese, studi e professionisti che rappresentano l’economia del design in Piemonte.

Il Core Design in Piemonte si compone di 1.694 realtà che offrono design e la distribuzione provinciale è in linea con quella dell’intero tessuto imprenditoriale del Piemonte. Imprese, studi e professionisti del Core Design in Piemonte generano un fatturato stimato complessivo di oltre 500 milioni di euro e che creano occupazione per più di 5mila addetti con prevalenza di freelance. Le società di capitali del Core Design si concentrano a Torino: generano 376 milioni di euro di fatturato e creano occupazione per più di 2.500 persone. Esempi eccellenti del territorio sono le storiche società del product e transportation design (come Italdesign-Giugiaro e Pininfarina) ma anche nuove realtà che hanno scelto l’area torinese per localizzare le proprie attività (Changan Automobile European Designing Center).

Loading...

Il Design Driven in Piemonte si compone di 992 imprese che utilizzano il design come input caratterizzante con un numero di addetti pari a quasi 120mila persone. Il Design Driven si compone delle più note – e strutturate – imprese piemontesi che utilizzano il design nelle proprie attività produttive: sono infatti da considerarsi Design Driven aziende come Stellantis, Lavazza e Reply, ma anche il gruppo Kering per il settore fashion design, Bulgari e Damiani nel settore jewel design e Guala Pack nella produzione di materie plastiche. Anche per il Design Driven, l’area torinese è trainante, grazie al consolidato legame tra design e automotive, al food e alle nuove traiettorie del design dei servizi. Segue l’apporto del design nel food e fashion a Cuneo e nel gioiello e produzione di articoli in materie plastiche ad Alessandria.

LA MAPPA
Loading...

Tali dati confermano il ruolo del Piemonte nello scenario nazionale per numero di imprese nel settore design così come delineato da Symbola (Fondazione Symbola, 2022) e ampliano la prospettiva di analisi sul ruolo del design nell’economia regionale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti