ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più#lavoratorecercasi

Lavoro, dall’Ict alla sanità: pronte oltre 15mila offerte per i giovani

Il trend sul 2018, secondo Monster Italia, è positivo per tutte le figure del mondo Ict, come gli esperti di cyber security, blockchain e gli ethical hacker

di Francesca Barbieri


Dall’Ict alla sanità: pronte oltre 15mila offerte di lavoro per i giovani

5' di lettura

Da un lato skills digitali, laurea Stem, profonda conoscenza della nuove tecnologie. Dall’altro abilità tecniche, diploma “professionalizzante”, forte manualità. Sono queste le due “anime” che convivono dietro gli oltre 15mila annunci di lavoro nella bacheca virtuale di Monster Italia, società specializzata nel recruiting online.

«Il trend sul 2018 - spiega la marketing manager Elisa Schiavon - è positivo per tutte le figure del mondo Ict, come gli esperti di cyber security, blockchain e gli ethical hacker». Ma non solo. Altri filoni in espansione sono quello green e l’universo social. Per molti la laurea è un must. «Ingegneria informatica, meccatronica e gestionale - dice Schiavon - sono i titoli più gettonati, ma anche statistica e matematica per l’avvento dei Big data».

IL DOSSIER / Lavoratore cercasi: tutte le opportunità

I riflettori sono spesso puntati su data scientist e specialist: «Le azienda fanno ancora fatica a trovare queste figure - dice Schiavon -: spesso si privilegiano i candidati con buone soft skill e si costruiscono quelle hard con la formazione interna».

D’altro canto, ci sono dei ruoli più tradizionali che rischiano di restare vuoti per mancanza di candidati: sui 15mila annunci di Monster, il 15% è nel manufacturing. «C’è ancora molta richiesta di tecnici e operai specializzati - evidenzia Schiavon -, per i quali il diploma garantisce carriere di tutto rispetto». E a lcuni profili - saldatori, meccanici, fabbri - sono “introvabili” in un caso su due, secondo Excelsior di Unioncamere.

LEGGI ANCHE / Fincantieri, Bono: ci servono 6mila lavoratori ma non li troviamo

Overeducation e stipendi sotto la media: l’altra faccia della medaglia
Le ragioni del mismatch si rintracciano anche nel fatto che in Italia è ancora forte il gap tra scuola e lavoro, tra quello che si studia e quello che poi si mette in pratica nel mondo del lavoro. L’istantanea scattata sui microdati Istat - mettendo sotto la lente i lavoratori laureati tra i 25 e i 34 anni (1,1 milioni) e quelli diplomati tra i 20 e i 24 (678mila) - restituisce l’immagine di 437mila giovani con un titolo di studio più elevato rispetto a quello richiesto per svolgere il lavoro per il quale sono stati assunti. Si tratta del 18% dei diplomati e del 28% dei laureati: tra i primi la sovraistruzione è più marcata tra gli uomini (riguarda il 24% dei maschi contro il 9% delle femmine), mentre tra i secondi accade il contrario (il 30,5% delle laureate è iperqualificato rispetto al 20,1% dei maschi). Un “plotone” che si è infatti allargato rispetto sia ai 372mila giovani del 2008 sia ai 398mila del 2015.
C’è da considerare poi che i salari reali
in Italia sono più bassi sia rispetto alla media europea sia rispetto al passato: in base alla fotografia scattata dall’istituto dei sindacati europei Etuc (European Trade Union Confederation) nel periodo 2009-2019, gli stipendi aggiustati rispetto all'inflazione sono scesi del 2% nel nostro paese.
In più, la retribuzione lorda oraria in Italia si attesta a 19,92 euro, sotto a una media Ue che si aggira fra i 20 e i 25 euro lordi l’ora, con picchi sopra i 25 euro in Germania e oltre i 35 euro in Danimarca. .

Nella consulenza 2mila posti

Restringendo l’obiettivo sul mondo della consulenza, da 4 big del settore sono in arrivo oltre 2mila opportunità. «Per ogni posizione che apriamo riceviamo in media 10 candidature - spiega Francesca Giraudo, hr director di EY che per i prossimi 6 mesi ha in cantiere 700 new entry -: per i profili junior lavoriamo con le università e utilizziamo i social network oltre al nostro portale careers, mentre per i senior i recruiter si muovono soprattutto attraverso LinkedIn». In forte crescita è la richiesta di laureati scientifici per nuovi sbocchi: robotic process automation, machine learning, data scientist. La selezione è un puzzle con tante tessere - gamification, test online, challenge, business case - e si compone di momenti diversi, dal colloquio di gruppo agli incontri individuali con il recruiting team e i manager di progetto. L’inserimento di junior è in stage di 6 mesi (rimborsi mensili di 850 euro più ticket) o in apprendistato (stipendio da 25.500 euro lordi annui).

LEGGI ANCHE / Lavoro, ecco le figure che le aziende cercano ma non trovano. Esperti di tecnologia al top

Kpmg, invece, cerca 470 giovani. Nella revisione spazio a laureati e laureandi in economia (apprendistato di 24 o 36 mesi), oltre a stage per studenti al 4° anno. Nell’advisory – consulenza direzionale gli ambiti vanno dall’Ict al risk consulting. Nei servizi fiscali e legali ci sono chance per commercialisti/avvocati o praticanti. Spiega Fabio Vittori, responsabile Hr: «Riceviamo circa 15mila cv l’anno per una media di 1.200 assunzioni e stage con un turnover del 18-20 per cento. Per trattenere i talenti lavoriamo su training e job rotation».

PER SAPERNE DI PIÙ / Consulenza, «Big Four» a caccia di giovani tra canali social e gare

Deloitte aprirà nei prossimi 6 mesi circa 900 posizioni in tutta Italia. Si tratta di junior (contratto di apprendistato o stage) e senior (a tempo indeterminato) da avviare a carriere di consulenza direzionale, strategica, organizzativa, ordinaria, ambito business e rischio, It, marketing, legale, tributaria e revisione.

Da Accenture sono oltre 350 le assunzioni per luglio e agosto. Per i profili junior si tratta di laureati e laureandi in materie economiche e percorsi Stem, anche se non mancano gli umanisti. Ai senior sono richieste skills in vari campi, dalla security all’intelligenza artificiale. «I Millennials rappresentano oltre il 68% del nostro staff - dice Raffaella Temporiti, responsabile hr di Accenture Italia - : professionisti e neolaureati con competenze distintive e background personali e accademici diversificati, persone curiose accomunate da una spiccata passione e propensione verso l’innovazione e le nuove tecnologie».

GUARDA IL VIDEO / Dall'Ict alla sanità: pronte oltre 15mila offerte di lavoro per i giovani

Banche, turnover con quota 100

Nel settore bancario, l’arrivo di quota 100 che consente di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi fino al 2021 sta accelerando il turnover in alcuni istituti. Bnl, ad esempio, ha annunciato un piano triennale che porterà 500 new entry in tutta Italia a fronte di 1.100 dipendenti del gruppo interessati all’uscita. «Le assunzioni - spiega Francesca Rossi, responsabile recruiting - saranno destinate in primis alla rete commerciale». La ricerca è concentrata su brillanti laureati in materie economiche o scientifiche. Difficili da trovare? «La selettività è alta - risponde Rossi -, puntiamo a candidati davvero motivati che scelgano di lavorare con noi, condividendo i nostri valori».

In Credit Agricole Italia le posizioni aperte sono più di 100 nel 2019/20, divise a metà tra junior e senior. «Non cerchiamo solo profili economico/giuridici - spiega Giampiero Bottero, direttore Hr - ma anche laureati umanistici e tecnici, con un focus sulle competenze soft». Le difficoltà maggiori riguardano gli ambiti quantitativi e ingegneria dove i candidati sono inferiori alle esigenze del settore. I nuovi ingressi andranno in parte a rafforzare la rete commerciale e in parte si tratterà di profili digital, Ict, quantitativi/analitici.

Sia Bnl sia Credit Agricole offrono contratti a tempo indeterminato per i senior e formule a termine finalizzate all’assunzione per i junior (stipendi sui 30mila € lordi annui).

OLTRE 15.000 ANNUNCI ONLINE
OLTRE 15.000 ANNUNCI ONLINE
OLTRE 15.000 ANNUNCI ONLINE
Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...