IL BELLO CHE FA BENE

Dall'India agli Usa, il filo della sostenibilità intreccia casa e guardaroba

Coperte, tappeti, abbigliamento, capi per l'outdoor. Scelte d'acquisto sostenibili con un risvolto solidale: ecco qualche indirizzo.

di Marta Pellegrinotti Mari

default onloading pic

1' di lettura

Pioniere del design contemporaneo del tappeto, Nanimarquina sviluppa strategie per migliorare la vita degli artigiani in India, Pakistan e Nepal, Paesi in cui produce le sue creazioni. Oltre a garantire il rispetto dell'ambiente in tutta la filiera, dal 2008, il brand dona parte del ricavato all'associazione Care & Fair con l'obiettivo di garantire l'accesso all'istruzione ai bambini indiani e pakistani.

 

Lo stile di Humnzr, brand di moda sostenibile, nasce nel 2019, ispirandosi all'arte urbana, con l'obiettivo di ridurre l'impatto ambientale e salvaguardare le risorse naturali del Pianeta. Gli elementi chiave sono il cruelty-free e i materiali ecologici, certificati e a basso impatto ambientale, come cashmere rigenerato, cotone organico e pelle vegana ricavata dai cactus.

Loading...

Le coperte Sackcloth & Ashes, disponibili in una grande varietà di motivi, vengono realizzate con materiale riciclato al 100 per cento (alpaca, cotone organico e lana). Per ogni coperta acquistata, ne viene donata una ai senzatetto, una missione molto sentita da Bob Dalton, fondatore del brand, che decise di creare l'azienda nel 2013, quando sua madre si ritrovò a vivere per strada. A partire dal 2018, Sackcloth & Ashes si è posta l'obiettivo di donare un milione di coperte entro il 2024 negli Stati Uniti.

Il credo di Cotopaxi, Do Good, tocca ogni aspetto dell'azienda: dal charity alla cultura aziendale, alla creazione di prodotti sostenibili. Brand di attrezzatura e abbigliamento dedicato all'outdoor, in qualità di B-Corporation certificata, Cotopaxi investe l'un per cento delle entrate con l'obiettivo di incentivare lo sviluppo del territorio, sostenendo organizzazioni che combattono la povertà, forniscono istruzione e salvaguardano le comunità indigene.

Riproduzione riservata ©

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti