Italia

Dall’ingegnere acustico al bio-architetto il punto di forza è la specializzazione


3' di lettura

Bim manager, esperto di prevenzione incendi e sicurezza, bio-architetto, ingegnere acustico o energetico, esperto di catasto, illuminotecnico, progettista del legno, interior designer o urbanista 4.0, progettista della salubrità. Si affaccia una nuova generazione di professionisti che usano social e nuove tecnologie per analizzare i flussi della trasformazione e del recupero di contesti urbani ed extraurbani e che hanno fatto della specializzazione uno dei punti di forza. A partire dalle competenze “tecniche” per affrontare le nuove sfide della progettazione.

Sbagliato parlare semplicemente di Bim, il Building automation management, la modellizzazione delle informazioni di costruzione, che ha imposto un nuovo metodo nel processo di pianificazione, sviluppo, realizzazione-gestione e manutenzione di un immobile. Le possibilità sono più ampie. Anche se le capacità informatiche sono una delle basi di partenza.

«Non si deve però ridurre tutto alla sindrome del cosiddetto “smanettone” - afferma Stefano Converso, ricercatore in Progettazione architettonica nel dipartimento di architettura dell’Università Roma Tre -. La vera cultura digitale è quella che coniuga filosofia e scienza. Ogni progettista deve avere la capacità umanistica di porsi interrogativi e questioni e quella pratica di risolvere, operativamente, i problemi. Una delle sfide più complesse è peraltro superare il falso mito che Bim rappresenti la capacità di preordinare ogni aspetto della realtà. È il contrario: nulla è più preordinato, ma è possibile gestire un cambiamento non prevedibile e rapido».

L’ingresso di nuovi materiali, la maggiore attenzione agli aspetti legati al comfort indoor così come la sempre più attenta riflessione sulla trasformazione delle città e dei contesti urbanistici complessi sta incidendo anche sui piani di studio messi in campo dalle Università. «Al Politecnico di Torino - conferma Anna Osello, coordinatore del Collegio di ingegneria edile - stiamo rivedendo proprio in questi mesi il piano di studi . L’ultima volta era stato negli anni Novanta. Ora il contesto è cambiato: la conoscenza perfetta della lingua inglese o l’internazionalizzazione del curriculum non sono più opzioni. Così come non lo sono la capacità di lavorare in team multidisciplinari. Le competenze informatiche di base essenziali per la digitalizzazione, il Bim e la modellizzazione parametrica sono imprescindibili, ma lo è anche la capacità di sviluppare un metodo di lavoro».

Fra le competenze richieste, la capacità di sapersi confrontare con la riqualificazione e riconversione del patrimonio costruito. Temi che richiedono approcci e strumenti molto diversi fra loro.

L’ingresso di nuovi materiali nel panorama delle costruzioni è alla base di nuovi percorso di studio: da Bologna a Torino, fino a Venezia sono nati o sono alla studio nuovi master per la progettazione del legno. Una grande crescita coinvolge anche le altre parti del costruire: dai sistemi di isolamento a quelli impiantistici, dai rivestimenti alle pitture. A scendere in campo con corsi di formazione specifici (in genere riservati a chi già progetta) sono le stesse aziende: grandi player come Velux (che produce infissi) o Monier (attiva sul fronte di tetti e coperture) formano gli architetti e gli ingegneri attraverso la creazione di proprie Academy, dove si impara non solo a gestire un prodotto con le relative specifiche, ma si sviluppa una conoscenza critica che aiuta nella soluzione di problemi pratici.

La formazione (non solo quella continua) viene, inoltre, svolta anche dagli enti di certificazione energetica (CasaClima in primis, come Gbc e Passivhaus) e ovviamente dagli Ordini e Collegi, dalle associazioni datoriali nonché da soggetti privati. A fronte di un mercato sempre più competitivo e che chiede maggiore qualità, la capacità di fare sistema fra chi progetta, chi produce e chi posa è il presupposto di base per l’edilizia del futuro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...