Coronavirus

Dalla Gran Bretagna alla Germania: dove i contagi aumentano e dove sono in calo

Con la variante Delta crescono i casi nel Regno Unito: 107 per ogni milione di abitante. Con un livello quattro volte inferiore il governo tedesco pensa all’abolizione dell’obbligo di mascherina

di Riccardo Ferrazza

Coronavirus, i vaccinati al 15 giugno 2021

3' di lettura

La Gran Bretagna ha rimandato di un mese la riapertura totale a causa del diffondersi della variante Delta. In Germania, dove il 14 giugno per la prima volta da oltre otto mesi il numero dei nuovi contagi si è tenuto sotto soglia mille casi, si pensa a un allentamento dell'obbligo di indossare la mascherina. I giorni dal 15 al 19 giugno saranno invece a Mosca “non lavorativi” per contenere una nuova avanzata dell'epidemia che in Russia ha fatto registrare un nuovo picco il 13 giugno. L'emergenza Coronavirus continua a colpire diversamente nel Vecchio Continente. In Italia, secondo Lab 24 su dati Our World in Data, la media mobile a sette giorni di nuovi contagi giornalieri è di 28,5 ogni milione di abitanti. Si tratta del valore più basso dopo quello della Germania (23,5). Gran Bretagna e Spagna sono sopra quota 100 (rispettivamente 107 e 104), la Russia è a 83, la Grecia a 71 e la Francia a 58.

I CONTAGI A CONFRONTO
Loading...

Gran Bretagna: la variante Delta frena le riaperture

La variante Delta (precedentemente denominata variante indiana) ha frenato la corsa alla riapertura della Gran Bretagna. In 14 giorni la situazione epidemiologica del Paese è cambiata radicalmente con una traiettoria ascendente: il 1° giugno la media dei contagi giornalieri ogni milione di abitanti era di 48,73 casi, il livello più basso tra i grandi paesi europei e infinitamente lontano dai picchi di inizio anno quando si registravano punte fino a 880 casi. Nelle ultime due settimane i contagi hanno ripreso a correre e la Gran Bretagna si trova di nuovo oltre quota 100: 107,3 casi ogni milione di abitanti. Dati che hanno spinto il premier Boris Johnson a una scelta obbligata: il rinvio di un mese della riapertura totale che slitta così dal 21 giugno al 19 luglio.

Loading...

Spagna: calo progressivo ma lento

Calano ma in modo lento i contagi in Spagna. Al 14 giugno la media mobile a sette giorni dei nuovi casi di coronavirus era a 104,6. Secondo il responsabile nazionale per l'emergenza Covid, Fernando Simón, i casi sono concentrati ora principalmente tra i più giovani, perché la maggior parte non è ancora vaccinata. Segnali positivi arrivano dall'occupazione dei posti letto nei reparti di terapia intensiva con livelli sotto la soglia del 10%. Era da settembre 2020 che non si registrava una cifra così bassa. In tutto, dall'inizio della pandemia sono stati notificati in Spagna 3,74 milioni di casi e 80.517 morti. Il 27% della popolazione spagnola ha completato il ciclo, mentre il 45,3% ha ricevuto almeno una dose.

Terza ondata in Russia

Continuano ad aumentare i casi di Covid-19 in Russia. La media giornaliera degli ultimi sette giorni è di 84 nuovi contagi ogni milione di abitanti. Il 13 giugno si sono registrati 14.723 casi, il numero più alto in un giorno dal 13 febbraio. Per il direttore del Centro di ricerca nazionale di epidemiologia e microbiologia Gamaleya, Aleksandr Gintsburg, «i dati raccolti indicano che stanno circolando in Russia numerose versioni modificate del Sars-CoV-2, che non sono l'inglese o l'indiana».

Discesa dei contagi in Grecia

Percorso inverso della Grecia: la curva dei contagi ha preso a scendere il 30 maggio e dopo due settimane la media mobile su sette giorni si è dimezzata passando da oltre 150 casi per un milione di persone a 71,7.

Francia: timori per la variante Delta

Più basso il livello di contagi in Francia: 58,1 nuovi casi giornalieri ogni milione di abitanti. Ma il ministro della Salute, Olivier Véran, ha messo in guardia il suo Paese da un eccesso di ottimismo sull'evoluzione della pandemia, sottolineando che fra il 2 e il 4% dei tamponi esaminati evidenziano la variante Delta, l'equivalente di 50-150 nuovi casi ogni giorno. «Direte - ha affermato Véran - che è ancora poco, ma era la situazione inglese qualche settimana fa».

Germania verso l’allentamento dell’obbligo mascherina

Il 14 giugno il Robert Koch Institut ha registrato per la prima volta da oltre otto mesi un numero di nuovi contagi sotto la soglia dei mille. L'incidenza settimanale su un milione di persone è scesa a 23,5. La Germania che ha registrato complessivamente dall’inizio della pandemia quasi 90mila vittime studia il progressivo allentamento dell'obbligo di indossare la mascherina. A ipotizzarlo è stato il ministro della Sanità, Jens Spahn.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti