Istituti tecnici superiori

Dalla IATH Academy di Cernobbio agli alberghi di tutto il mondo

La direttrice Anita Longo descrive la vocazione internazionale e il collegamento diretto con il mondo del lavoro dell’Its dedicato al turismo e all'ospitalità

di Maria Piera Ceci

3' di lettura

In questa quinta puntata di “Formazione e lavoro, l'alternativa Its”, il viaggio di Radio 24 negli Istituti tecnici superiori (qui il podcast https://bit.ly/3NvADDo ), ci trasferiamo in uno degli angoli più belli d'Italia. Siamo a Cernobbio, sul lago di Como, alla IATH Academy, Its dedicato al turismo e all'ospitalità. Qui studenti e studentesse vivono con la valigia in mano, pronti a fare esperienze nelle strutture turistiche di tutto il mondo. Qui si formano i futuri direttori d'albergo e non solo, ci spiega la direttrice di IATH Academy, Anita Longo. «Da questa scuola escono junior manager in ambito turismo e ospitalità, con un ampio spettro di figure professionali perché il turismo è una delle industrie più larghe che ci siano. Siamo nati con il mondo dell'hôtellerie, quindi formiamo junior manager nel front office, housekeeping, food and beverage, reservation e back office. Tutti ambiti in cui farsi le ossa per fare poi carriera e diventare magari direttore d'albergo, Altre figure che stiamo sviluppando sono basate sull'innovazione tecnologica, che la spinta pandemica ha accelerato enormemente. E' aumentata la richiesta di profili formati sul digitale: servizio con l'ospite e competenze digitali sulle piattaforme. Un altro 50 per cento dei nostri corsi punta sulla comunicazione digitale, su aspetti più legati alla promozione del territorio: dal tour operator all'agenzia di comunicazione, fino al wedding planner».

La struttura

175 studenti e studentesse distribuiti su 4 classi. Nell'ultima sessione si sono diplomati 85 fra ragazzi e ragazze. Una selezione che si tiene da aprile ad ottobre. Costo annuo basato sull'Isee, con contributo minimo di mille euro.

Loading...

Ma da quali scuole provengono gli studenti e le studentesse di IATH Academy?«Un 30-40 per cento proviene dall'alberghiero, ma ci sono anche tanti ragazzi che arrivano dai licei, da scienze turistiche, molti dal linguistico, perché siamo l'unico Its ad avere un corso interamente in inglese».

E come si studia a IATH Academy?
“Il metodo è molto più simile a quello dei master: classi piccole, l'80 per cento di docenti manager o professionisti del settore, il 20 per cento è invece costituito da accademici, ma che utilizzano una didattica che è un mix fra teoria e pratica. Io dico ai ragazzi: “Scordatevi il concetto di scuola fatto di lezione frontale, appello. Siete già al lavoro”».

E dove vanno poi a lavorare gli studenti in uscita da IATH?
«Abbiamo ragazzi dalla Cina agli Stati Uniti, in luoghi magnifici come le Maldive o Zanzibar. Altri vanno a lavorare nelle agenzie, oppure nel mondo wedding e degli eventi. I nostri docenti già in aula fanno come dei colloqui e scelgono i ragazzi per gli stage. Lo stage poi spesso si trasforma in qualcosa di più e i ragazzi entrano a pieno titolo nel team di queste società di consulenza. Anche in settori adiacenti come può essere oggi il mondo della moda. In sostanza i ragazzi generalmente dopo il diploma ricevono la proposta di un contratto stagionale. Molti di loro poi fanno un mese di vacanza fra novembre e dicembre e poi si trasferiscono magari a Saint Moritz per la stagione invernale. Molti hotel sono stagionali e quindi i ragazzi fanno all'inizio una vita in forte mobilità. Poi quando entrano in catene alberghiere il percorso può essere differente».

Ma c'è chi preferisce non buttarsi subito nel mondo del lavoro, ma continuare a formarsi. E voi offrite anche questa possibilità.
«Sì, abbiamo sviluppato degli accordi internazionali che permettono ai ragazzi un ingresso diretto diretto al terzo anno nei bachelor quadriennali internazionali presso le top five delle ospitality business school al mondo».

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati