ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCovid

Dalla Liguria al Lazio, partite le prenotazioni dei nuovi vaccini anti-varianti. Ecco come fare

Omicron ormai è al 100% e la sua sottovariante Ba.5 supera il 90% dei casi, in base ai dati diffusi dall’Istituto superiore di sanità

Covid: Omicron al 100% in Italia, BA.5 oltre il 90

4' di lettura

Parte una nuova fase della campagna vaccinale contro il Covid. Da oggi sono possibili le prenotazioni per i vaccini nella formulazione bivalente per il ceppo originale e la variante Omicron Ba.1. In attesa che Ema dia il via libera anche alle ultimissime formulazioni contro Ba.4 e Ba.5, anche quelli già disponibili settimana hanno dimostrato efficacia, secondo Aifa, in «dossier ampi e soddisfacenti, nonostante i percorsi regolatori accelerati».

Accesso per over 12

Le prime forniture di vaccini bivalenti sono arrivate nelle diverse Regioni. E ora si attende finalmente un impulso alla campagna vaccinale che, soprattutto per le quarte dosi, ha faticato dall’inizio a prendere slancio. Tanti gli appelli susseguitisi a fragili, over 80 e personale sanitario, senza purtroppo grandi effetti. Dal ministero della Salute è stato ha chiarito che i vaccini aggiornati possono essere somministrati a tutti gli over 12 come terza e quarta dose.

Loading...

Confermata efficacia dall’Iss

I dati dell’Iss confermano l’efficacia dei vaccini della prima formulazione (quelli arrivati in Italia il 27 dicembre 2020 che saranno sostituiti con i bivalenti aggiornati su Omicron). Il tasso di ricoveri in terapia intensiva per i non vaccinati risulta ancora quasi cinque volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno di 120 giorni (0,9 ricoveri per 100.000 abitanti) e rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva/booster.

Rezza: proteggere soggetti a rischio

Insieme alle prenotazioni è stata avviata anche la somministazione dei vaccini bivalenti. «Ci troviamo di fronte ad un cambio di paradigma; i vaccini sono efficacissimi nel proteggere dalla malattia grave e dalla morte», ha sottolineato Giovanni Rezza, direttore della Prevenzione generale del ministero della Salute. «Il vero successo è stato far diminuire le ospedalizzazioni. Ora andiamo verso una tipologia di strategia vaccinale che ricorda quella dell’influenza e cioè proteggere le persone a rischio».

L’avvio, dalla Liguria al Trentino

Alcune Regioni, come Liguria e Trentino, hanno fatto da apripista ma è in tutto il resto d’Italia che ci si appresta a far girare il motore. Nel Lazio sono partite le prenotazioni sul portale regionale Salute Lazio per le dosi booster con i nuovi vaccini bivalenti. Il vaccino è raccomandato a tutti i soggetti di età dai 12 anni in su con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti e preesistenti; ancora agli operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e le donne in gravidanza. La somministrazione della dose di richiamo è possibile dopo un intervallo minimo di almeno 120 giorni dal completamento del ciclo primario o dall’ultima infezione (data del test diagnostico positivo). Il sistema di prenotazione è online ma è possibile rivolgersi anche a uno degli hub su tutto il territorio, alle farmacie o al medico di famiglia.

Via a Napoli con 93 dosi vaccini, per ora no a prenotazioni

È ripartita anche a Napoli oggi la nuova campagna di vaccinazione contro il Covid, con la quarta dose con i vaccini bivalenti Cominarty e Spikevax contro le varianti che si stanno diffondendo. Nella mattinata iniziale sono stati 93 i vaccinati nell’hub di vaccinazione alla Fagianeria nel Parco di Capodimonte, oltre a qualche altra decina di dosi ricevute nelle farmacie che lo somministrano e nei centri dell’Asl Napoli1. La maggioranza è di cittadini dai 70 ai 79 anni, 32, seguito da quelli dai 60 ai 69, che sono stati 27. Al momento a Napoli non è prevista la prenotazione per la somministrazione dei vaccini: l’Asl Napoli 1 oltre al grande hub di Capodimento offre ai cittadini una serie di farmacie in città e i distretti Asl. L’eventuale prenotazione, come già accaduto in passato, scatterà solo quando l’Asl registrerà un aumento delle persone che si presentano per la dose.E si sta anche cominciando ad inviare sms ai cittadini per spingerli a vaccinarsi per affrontare al meglio l’autunno in arrivo, soprattutto per gli anziani.

In Toscana si parte il 13

Partiranno domani alle ore 12 le prenotazioni in Toscana per il nuovo vaccino adattato alla variante Omicron. Gli appuntamenti per la somministrazione saranno presi online sul portale regionale utilizzato finora per le prenotazioni vaccinali, ma anche rivolgersi al medico, pediatra di famiglia o presso le farmacie aderenti. Le prime dosi sono arrivate nella regione venerdì scorso. I nuovi vaccini potranno essere utilizzati solo come booster, indipendente dal vaccino usato in precedenza.

Arrivato in Sardegna Pfizer, domani Moderna

Anche in Sardegna sono state consegnate alla farmacia dell’ospedale Binaghi di Cagliari le prime 129.600 dosi del vaccino Comirnaty (Pfizer) bivalente a MRna, anti-Covid, sviluppato sul ceppo originario del virus e sulla variante Omicron (attese per domani 24.350 dosi del bivalente Spikevax di Moderna). È invece in fase di definizione l’aggiornamento sulle modalità della campagna di vaccinazione (prenotazione e priorità) dei nuovi target, sulla base delle indicazioni comunicate dal Ministero alle Regioni.

Omicron al 100% (e Ba.5 oltre il 90)

Il Covid in Italia ha i connotati di Omicron al 100% e la sua sottovariante Ba.5 supera ormai il 90% dei casi, in base ai dati diffusi dall’Istituto superiore di sanità. Ormai Ba.5 è ampiamente predominante, con una prevalenza a livello nazionale pari a 90,8% (75,5% nell’indagine precedente). La prevalenza di Ba.5 è elevata in tutte le Regioni, con un range compreso fra il 76,5 e il 100%. Nel report si riferisce anche di «un significativo aumento nella numerosità dei sottolignaggi di Ba.5 circolanti nel nostro Paese. In diminuzione Ba.2 (1,4% contro il 10,3% dell’indagine precedente) e Ba.4 (6,7% contro il 13,2%)». Centaurus che invece aveva destato preoccupazione resta sotto controllo, pochi casi nonostante circoli in Italia da circa tre mesi. E anche gli ultimi riferiscono che questa variante e’ meno contagiosa e meno pericolosa della Omicron 5.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti