disabilità e integrazione

Dalla marcia al calcio per non vedenti, sport senza barriere all’Arena di Milano

1' di lettura

Ci sarà la corsa veloce e la marcia, il lancio del vortex e il salto in lungo, la ginnastica ritmica e il calcio per non vedenti. L’Arena di Milano si apre domani allo sport senza barriere. Il luogo storico dello sport meneghino, laddove si allenava l’Ambrosiana Inter e dove si sono giocati i primi derby stracittadini, sarà il suggestivo scenario di una giornata in cui lo sport diventa terreno privilegiato di integrazione tra persone disabili e non nell’ambtio della manifestazione “Quanta fretta, ma dove corri?”.

A partire dalle 10 del mattino si alterneranno gare di atletica, tornei di calcio integrato dall’esplicito motto “Tutti convocati, nessuno escluso”, dimostrazioni sportive, tra cui quella emozionante del calcio per non vedenti, oltre a karate e ginnastica ritmica.

Loading...

A organizzare la giornata è Handicap... su la Testa!, associazione milanese non profit attiva nell’assistenza di persone con disabilità intellettiva, che da qualche mese ha, tra le altre sue attività, inaugurato un bar “al rovescio”, il “Rab”, gestito con l’ausilio di disabili.

Alla fine delle attività sportive, dei tornei e delle esibizioni, chiuse con le premiazioni dei vincitori, si aprirà una serata di divertimento con un ricco aperitivo e concerti live: sul palco si alterneranno Bolla Trio, Missin Red e Les Enfants, band nota per lka sua partecipazione all’ultima edizione di X Factor

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti