ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùUniversità degli Studi di Milano

Dalla scuola superiore all’università: orientamento studenti e formazione prof

Lunedì 6 giugno convegno promosso dall’ateneo. In agenda anche l’integrazione dei percorsi Istituti tecnici superiori con le lauree professionalizzanti del sistema universitario

di Redazione Scuola

4' di lettura

Integrazione dei percorsi Istituti tecnici superiori con le lauree professionalizzanti del sistema universitario, potenziamento dei laboratori con tecnologie 4.0, formazione dei docenti, sviluppo di una piattaforma digitale nazionale per offerte di lavoro, accompagnamento degli studenti nella scelta consapevole di prosecuzione del percorso di studi o di inserimento nel mondo del lavoro, formazione per gli insegnanti: di questo si discuterà lunedì 6 giugno in Statale, in apertura del Convegno “Dalla scuola all'università: progetti e strumenti per l'orientamento”.
La tavola rotonda “Il Pnrr per la transizione scuola-università” per illustrare le azioni relative alla transizione scuola-università e più in generale all'orientamento, previste sul piano nazionale, nell'ambito del Pnrr, dal ministero dell'Università e della Ricerca, dall'Istruzione e da Cisia nonché, a livello regionale, nell'ambito della collaborazione con Regione Lombardia e Ufficio scolastico regionale.
Alla presenza del rettore della Statale di Milano Elio Franzini e sotto la moderazione di Marina Brambilla, prorettrice alla Programmazione e ai Servizi per la didattica e agli studenti e presidente del Cosp (Centro orientamento allo studio e alle professioni) in Statale, confronto con Fabrizio Sala, assessore Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione di Regione Lombardia, Augusta Celada, direttore generale dell'Usr per la Lombardia.

I moduli di orientamento formativo

Spiega Marina Brambilla: «I moduli di orientamento formativo rivolti alle classi quarte e quinte della scuola secondaria, previsti dal Pnrr, dovranno accompagnare gli studenti nella scelta consapevole del percorso di studi universitario o di ulteriore formazione professionalizzante (Its), propedeutica all'inserimento nel mondo del lavoro. È importante che gli Atenei e le scuole sappiano sfruttare al meglio questa opportunità, in termini di innalzamento degli indicatori di successo e di mitigazione dei divari di genere, per perseguire insieme l'obiettivo di una migliore occupazione e di una maggiore partecipazione all'istruzione superiore in tutti i campi».
«È indispensabile superare il mismatch tra domanda e offerta di competenze. Abbiamo imprese che non trovano lavoratori e, allo stesso tempo, fenomeni di disoccupazione giovanile e abbandono scolastico – ha commentato Sala –. In questo senso l'orientamento scolastico deve ricoprire un ruolo chiave, permettendo agli studenti di avere un approccio consapevole non solo verso il percorso di studi ma anche verso le reali opportunità di lavoro future. Un ringraziamento quindi all'Università Statale per l'attenzione rivolta a questo tema così importante, che coinvolge attivamente anche il mondo economico e universitario».

Loading...

I progetti

Nella seconda parte del pomeriggio riflettori puntati sui progetti messi in campo dall'Università degli Studi di Milano per le scuole e per gli insegnanti. Per quanto riguarda le scuole, nell'anno accademico 2021/2022 sono stati attivati in tutto circa 40 progetti a cui hanno partecipato circa 1.000 studenti e 75 scuole convenzionate, in netto aumento rispetto al 2020/2021, quando sono stati attivati circa 23 progetti per 600 studenti, con 46 nuove scuole convenzionate. In particolare, il Cosp organizza a coordina incontri in università a richiesta, (nel 2021 sono state incontrate 52 scuole) laboratori e lezioni aperte, dove viene offerta agli studenti degli ultimi due anni della superiori la possibilità di iniziare a frequentare l'Università, le attività pensate dal CusMiBio, Centro Università degli Studi di Milano – Scuola per la diffusione delle Bioscienze, nato nel 2004 con lo scopo di fare interagire il mondo scientifico universitario con la scuola secondaria di secondo grado, coinvolgendo nelle attività di laboratorio e di formazione, docenti di scienze e studenti delle scuole lombarde e del territorio nazionale.

Alternanza scuola-lavoro

Infine, l'Università degli Studi di Milano organizza anche percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro): una modalità didattica che, attraverso l'esperienza pratica, aiuta gli studenti delle scuole superiori a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e a testare sul campo le proprie attitudini mentre arricchisce la formazione e orienta il percorso di studio. Nel 2021 sono stati attivati 23 progetti che hanno coinvolto circa 600 studenti.Trasversalmente a queste iniziative gestite interamente dall'Ateneo, la Statale si è attivata anche per la promozione di due programmi ministeriali del Mur: Pls (Piano per le lauree scientifiche) e Pot (Piani di orientamento e tutorato). All'interno dei Pls, i progetti messi in campo dalla Statale di Milano riguardano diverse aree (vedi qui l'elenco dettagliato dei progetti): chimica, fisica, matematica, biologia e biotecnologie, geologia, scienze e politiche ambientali, informatica. Agli studenti vengono offerti laboratori didattici, conferenze, stage, corsi e seminari, visite ai laboratori di ricerca, iniziative di teatro e cinema scientifico.

Per rispondere invece in maniera efficace all'esigenza di aumento del numero di iscritti all'università e di riduzione del tasso di abbandono, in modo che i diplomati possano concludere con successo il loro percorso universitario, sono stati attivati i Pot destinati sia agli studenti degli ultimi due anni delle superiori sia a chi è iscritto ai primi due anni di un corso di laurea, con laboratori, incontri, formazione dedicata, monitoraggio dell'andamento del percorso universitario.Nell'ambito dei programmi ministeriali Pls e Pot, sono infine numerose le iniziative dedicate agli insegnanti: dai weekend residenziali agli incontri di confronto con i docenti universitari, dai corsi di aggiornamento alle attività formative.

La premiazione

Ci sarà il via anche alla premiazione per gli studenti delle secondarie di secondo grado (i primi 15 studenti classificati delle classi terze e quarte e i primi due classificati delle quinte) che hanno partecipato alla 16ma edizione del concorso “Una settimana da Ricercatore”, promosso da CusMiBio, il Centro Università degli Studi di Milano - Scuola per la diffusione delle Bioscienze, nato nel 2004 dalla collaborazione tra l'Università degli Studi di Milano e l'Usr per la Lombardia per avvicinare gli studenti alla ricerca scientifica offrendo soluzioni didattiche e pratiche che aumentino l'interesse dei giovani verso le Bioscienze. Dal 2019, il CusMiBio, per affinità - nell'ambito delle attività di promozione e orientamento verso le materie Stem - è stato inserito in Cosp.

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati