Epidemia

Dalla Spagna alla Francia, come funziona il certificato verde all’estero

La Danimarca ha revocato ogni restrizione, compreso il green pass. Passo indietro di Johnson per l’Inghilterra

Scuola, sottosegretario Sasso: "Riscontri positivi da verifica Green pass"

2' di lettura

Il governo britannico di Boris Johnson ci ha ripensato e ha rinunciato all’idea d’introdurre da ottobre il green pass anti Covid in Inghilterra. La Danimarca, primo Paese in Europa a imporre il certificato sanitario digitale per l’ingresso in bar, ristoranti, musei, impianti sportivi e teatri ha rimosso le misure restrittive: le autorità sanitarie hanno giudicato la pandemia «sotto controllo» e il coronavirus «non più una minaccia critica». Mentre l’Italia va verso l’estensione delle misura, ecco la situazione negli altri Paesi.

Le proteste in Francia

Il Paese è stato tra i primi ad adottare il “pass sanitario” come lasciapassare per ristoranti e bar, teatri o fiere, viaggi di lunga percorrenza su treni, aerei e pullman. La misura, entrata in vigore il 9 agosto e che potrebbe essere prorogata oltre la scadenza originaria del 15 novembre, continua a suscitare proteste in Francia: ogni sabato, da nove settimane, vengono organizzate manifestazioni a Parigi e in molte città di provincia. Nelle ultime settimane, però, ai cortei si è registrata una partecipazione sempre minore.

Loading...

In Spagna nessun obbligo

In Spagna l’obbligo del green pass è caduto dopo che il tribunale regionale della Galizia ha dichiarato non valido il requisito della certificazione per accedere a bar, ristoranti e locali notturni in certe zone della regione. La Galizia era l’ultimo territorio in cui la misura era ancora vigente, dopo che precedenti sentenze avevano fatto cadere l’obbligo della certificazione in territori come l’Andalusia, Cantabria e le Canarie. In Spagna la scelta è lasciata alle singole regioni.

Germania, allo studio misure restrittive

In Germania spetta ai Länder stabilire la necessità di eventuali misure restrittive, come il green pass. Il presidente dell’associazione dei medici ha chiesto un inasprimento delle restrizioni per impedire ai non vaccinati di frequentare bar, ristoranti, eventi, anche nel caso di un test negativo. Provvedimenti di questo genere sono in parte già operativi nei ristoranti di Amburgo. «È vero che in Germania - ha detto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn - è vaccinato il 72,4% degli adulti. Ma sono ancora troppi i non vaccinati, per superare la pandemia».

Il passo indietro in Inghilterra

Il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, ha detto che è inutile «fare qualcosa tanto per farla»: il Green pass anti Covid non verrà introdotto in Inghilterra, la maggiore nazione del Regno Unito. La misura avrebbe dovuto essere approvata entro fine settembre e imporre l’obbligo della certificazione vaccinale (o di un test negativo) per poter accedere esclusivamente a locali notturni, discoteche o eventi di massa inglesi (concerti, spettacoli, manifestazioni sportive), così come stabilito dal primo ottobre finora dalla sola Scozia fra le quattro nazioni del Regno Unito.

Restrizioni annullate in Danimarca

Se ad aprile la Danimarca era stata la prima nazione europea ad introdurre l’obbligo del “Covid-pass” per aver accesso a locali, musei, teatri, eccetera, dal 10 settembre 2021 - ancora una volta in anticipo su tutti - il certificato sanitario è stato archiviato. Non serve più neppure per entrare nelle discoteche o negli stadi, dopo le molte limitazioni già revocate dal 1° settembre dal governo guidato dalla socialdemocratica Mette Frederiksen.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti