Dalla tregua fiscale al bonus Tv, ecco le principali misure allo studio della manovra

1/13Legge di bilancio

Dalla tregua fiscale al bonus Tv, ecco le principali misure allo studio della manovra

(ANSA)

Una manovra da circa 30 miliardi con oltre l'80% delle risorse utilizzate per ridurre il caro bollette di famiglie e imprese. Saranno infatti 21 i miliardi destinati a rifinanziare i crediti d'imposta per le attività energetiche da alto consumo di gas ed energia elettrica. Con la possibilità per attività più piccole di un rialzo del credito di imposta dal 30 al 35%. Allo stesso tempo alle imprese che stanno incassando profitti extra con l'energia verrà chiesto un contributo del 33% sugli utili, e non più sul fatturato Iva, così come indicato dal regolamento comunitario di inizio ottobre.

Per i contribuenti in difficoltà, invece, con tasse e contributi si apre la strada a una nuova tregua fiscale con la possibilità di vedersi stralciare le cartelle fino a 1.000 euro e la possibilità di rottamare quelle di importo superiore pagando sì l'imposta dovuta ma con una mini sanzione del 5%. Nessun condono sia sulle cartelle, dunque, sia sul rientro dei capitali con la nuova voluntary disclosure.

Per i giganti del web in arrivo un raddoppio della digital service tax e una possibile tassazione delle consegne a domicilio, una sorta di Amazon tax. Aiuti in arrivo anche alle famiglie con una maggiorazione da 100 a 200 euro del forfait per le famiglie numerose e un nuovo forfait di 100 euro per i nuclei con i gemelli. Stop all'Iva anche sui prodotti per l'infanzia e per l'igiene intimo femminile.

Sul fronte lavoro si parte dalla conferma del taglio al cuneo di 2 punti anche se il governo punta a salire a 3. Per le partite Iva si punta ad aumentare da 65mila a 85mila la soglia di ricavi o compensi per rientrare nella tassazione agevolata al 15% della flat tax. Si lavoro a un rifinanziamento del bonus per la sostituzione di televisori o per l'acquisto di decoder digitali, così come al rifinanziamento della legge Sabatini per sostenere le Pmi che investono in nuovi macchinari. Il varo della manovra al momento è previsto per il Consiglio dei ministri di lunedì 21 novembre, ecco in sintesi le principali novità in arrivo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti