ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’annuncio della ministra Carfagna

Dalla Ue ok a proroga decontribuzione Sud

Il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Carfagna: si tratta di una deroga temporanea alla disciplina europea sugli aiuti di Stato, giustificata dalle ripercussioni economiche del conflitto in Ucraina

(foto Afp)

1' di lettura

La «Commissione europea ha autorizzato la proroga della decontribuzione per le assunzioni nelle regioni del Sud Italia». Così il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna ha annunciato l’esito positivo della trattativa da tempo in corso a Bruxelles per evitare la decadenza in luglio della misura della decontribuzione, ora prorogata fino a tutto il 2022. «Buone notizie per l’Italia e soprattutto per il Mezzogiorno, le sue imprese, i suoi lavoratori e cittadini. Si tratta di una deroga temporanea alla disciplina europea sugli aiuti di Stato - ha spiegato -, giustificata dalle ripercussioni economiche del conflitto in Ucraina».

Carfagna: esplorare ogni strada per rendere la decontribuzione una misura strutturale

«È una decisione - ha spiegato il ministro Carfagna - che riconosce gli sforzi del governo per migliorare le condizioni economiche del Sud Italia, ridurre i divari tra le varie aree del Paese e promuovere investimenti e occupazione nelle regioni meridionali. Ringrazio il sottosegretario Vincenzo Amendola, che ha portato a termine con abilità e determinazione il negoziato, e la rappresentanza italiana a Bruxelles: la “squadra Italia” ha conseguito un risultato fondamentale per sostenere le imprese e lo sviluppo del Sud in questo momento complicato». «Sono certa che il sistema produttivo - ha concluso il ministro - saprà cogliere questa occasione e voglio, ancora una volta, dare atto alla Commissione di avere saputo utilizzare in modo intelligente, come ha dimostrato di sapere fare fin dall’inizio della crisi pandemica, i margini di flessibilità previsti dalle regole europee. Resta la nostra intenzione di esplorare ogni strada per rendere la decontribuzione una misura strutturale, che sostenga lo sviluppo del Sud in un arco pluriennale».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti