Campania

Dalle isole Covid-free al pressing per Sputnik, la strategia di De Luca per uscire dalla crisi

La scelta di vaccinare Capri, Ischia e Procida è stata criticata dai Cinque Stelle. Quanto al vaccino russo, per il presidente della Regione è «urgente un pronunciamento dell'autorità di controllo Aifa»

di An.C.

De Luca primo politico a vaccinarsi, pioggia di critiche

3' di lettura

Capri, Ischia e Procida “Covid free” così da creare le condizioni per un ritorno dei turisti a partire da quest’estate. E un pressing a tutto campo affinché in tempi stretti venga preso in considerazione il ricorso al vaccino russo Sputnik V (l’Ema, l’Agenzia europea del farmaco, non ha ancora dato il via libera alla commercializzazione del siero in Europa). De Luca si è spinto in avanti, annunciando di voler acquistare per proprio conto i vaccini, a partire dallo Sputnik. È dunque una strategia a doppio binario quella promossa dal presidente della regione Campania, attualmente in zona rossa, Vincenzo De Luca.

L’attacco dei Cinque Stelle, l’apertura di Draghi sul vaccino russo

Una strategia che tuttavia ha acceso il dibattito politico, con la vicepresidente del Consiglio regionale Valeria Ciarambino (M5s) a mettere in evidenza che immunizzare la popolazione delle isole significa dare la priorità ai sedicenni residenti a Capri o a Ischia «mentre nessun campano tra i fragili ha ancora ricevuto la seconda dose». Quanto invece all’idea di guardare al vaccino russo, il presidente del Consiglio Mario Draghi in occasione della conferenza stampa per il via libera del Consiglio dei ministri al decreto Sostegni da 32 miliardi ha ricordato che accelerare la campagna vaccinale è talmente importante che occorre «essere pratici» e quindi anche in Europa «si cerca di stare insieme» ma se il coordinamento europeo non funziona, ha sottolineato il capo del Governo, «bisogna andare per conto proprio». Insomma, l’Italia è anche pronta a comprare il vaccino russo Sputnik.

Loading...

Vaccinazione massa isole Golfo Napoli, obiettivo al via entro una settimana

Partire con la campagna di vaccinazione di massa a Ischia e Procida entro una settimana. È l'obiettivo al quale sta lavorando la Asl Napoli 2 Nord, competente sul territorio delle due isole flegree, nell'ambito del progetto della Regione Campania di immunizzare l'intera popolazione delle isole di Ischia, Procida e Capri in vista della stagione turistica. Se a Procida la campagna di vaccinazione di massa dovrebbe riguardare circa 8mila residenti e a Capri circa 10mila (sull'isola azzurra è competente la Asl Napoli 1 Centro), lo sforzo maggiore è richiesto per l'isola d'Ischia, dove risiedono circa 60mila persone: esclusi i minorenni e chi già rientra nelle fasce d'età e nelle categorie considerate prioritarie dal piano vaccinale nazionale, sarebbero circa 40mila gli abitanti di Ischia a rientrare nella platea da vaccinare, il che renderebbe Ischia la sede del più grande esperimento di vaccinazione di massa in Italia fino ad oggi. La Asl Napoli 2 Nord è al lavoro per l'allestimento dei centri vaccinali. Il modello delle isole “Covid free” per rilanciare il turismo è stato già adottato da Grecia e Spagna: l’idea è quella di immunizzare in via prioritaria le rispettive località turistiche così da accogliere quanto prima i vacanzieri e rilanciare l’economia di quei territori. La Grecia, in particolare, punta a fare in modo che almeno 69 isole dell'Arcipelago dell'Egeo possano essere immunizzate, ovvero abbiano tutti gli abitanti vaccinati, entro la fine di aprile.

De Luca, «tempo perso su Sputnik è atto irresponsabilità verso Paese»

Di fronte ai ritardi nella campagna vaccinale, dovuti in gran parte da una disponibilità di dosi inferiore a quella necessaria, De Luca ha messo in evidenza che «ogni giorno perduto nella valutazione» del vaccino russo Sputnik «è un atto di irresponsabilità verso il Paese». La «situazione» relativa all'utilizzabilità del vaccino Astrazeneca, ha aggiunto il governatore campano, «rende ancora più urgente un pronunciamento dell'autorità di controllo Aifa sul vaccino Sputnik. È interesse dell'Italia non perdere un minuto di tempo». Nel pomeriggio di oggi, 7 aprile, la commissione di farmacovigilanza dell’Agenzia europea del farmaco comunicherà la nuova valutazione del rischio connesso ad AstraZeneca, in relazione agli eventi rari di trombosi cerebrale. Ieri a Napoli nell’hub alla Mostra d’Oltremare si sono registrate lunghe file perché molti cittadini in attesa delle iniezioni avrebbero provato a convincere il personale medico a somministrare un vaccino diverso da quello anglo-svedese.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti