Le regole

Dalle mense aziendali alla scuola, le ultime novità sull'uso del green pass

I lavoratori possono accedere nella mensa aziendale solo se muniti di certificazione verde. Non è previsto un meccanismo di gratuità del tampone agli insegnanti no vax

(ANSA)

2' di lettura

Mense aziendali al banco di prova, dopo che Palazzo Chigi ha chiarito senza mezzi termini che anche per pranzare sul luogo di lavoro è necessario esibire il green pass. È stata una Faq di Palazzo Chigi a mettere ordine nella questione ristorazione sul posto di lavoro che aveva fatto rischiare il primo sciopero contro il certificato verde in un’azienda nel Torinese. «Per la consumazione al tavolo al chiuso - è stato spiegato dall’esecutivo - i lavoratori possono accedere nella mensa aziendale o nei locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti, solo se muniti di certificazione verde».

Il governo: nelle mense serve il green pass

La precisazione è arrivata dopo che una circolare del capo segreteria del Dipartimento della Pubblica sicurezza aveva ribadito l’obbligo anche per le mense di militari e forze dell’ordine. Ora dunque le aziende si dovranno adeguare. Non sembrano percorribili le ipotesi come quella della Clivet, gruppo specializzato in impianti di climatizzazione, riscaldamento e trattamento con sede a Feltre, nel Bellunese, con locali mensa distinti per i seicento dipendenti, uno per quelli che hanno il certificato verde, l’altro per quelli che invece non ce l’hanno.

Loading...

Vaticano allineato

Tra i primi ad annunciare una applicazione ferrea delle regole (ancora prima del chiarimento governativo) è stato il Vaticano. Da martedì 17 il green pass sarà obbligatorio per tutti i dipendenti della Santa Sede che vogliono usufruire del servizio mensa. In alternativa serve un certificato medico comprovante l'impossibilità di vaccinarsi.

Nuovo protocollo per scuola: nessun test gratis ai no vax

Sul fronte scuola invece dopo il protocollo sulla sicurezza approvato il 14 agosto al termine di un confronto fiume tra i sindacati e i tecnici del ministero dell’Istruzione, quest’ultimo ha chiarito che «non è previsto, né si è mai pensato di prevedere, un meccanismo di gratuità del tampone ai cosiddetti no vax». Un tipo di supporto che sarà riservato solo ai più fragili, ossia a chi non può ricevere il vaccino per particolari motivazioni sanitarie. Il nodo dei tamponi a carico delle scuole ha rappresentato infatti un tema divisivo, tanto da non incassare il via libera da parte dei presidi e scatenando anche polemiche a livello politico.

Distanziamento e mascherine

L’accordo siglato pone regole anche sul distanziamento e affronta il rischio di “classi pollaio”. Definite le linee guida da seguire per l’aerazione degli spazi con il costante ricambio d’aria, l’obbligo «per chiunque entri o permanga negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e l’utilizzo di mascherina». Nelle classi si dovrà rispettare una distanza «interpersonale di almeno un metro qualora logisticamente possibile e si mantiene anche nelle zone bianche la distanza di due metri tra i banchi e la cattedra del docente». Il Ministero si è impegnato inoltre a dare il massimo sostegno alle scuole, anche garantendo personale Ata a tempo determinato in più, dove necessario, per la gestione dell’emergenza, per sgravare le scuole da eccessivi oneri di gestione.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti