Emergenza coronavirus

Pasqua 2021: restrizioni Covid, i divieti regione per regione dalle spiagge ai supermercati

Non solo accesso vietato alle seconde case per chi proviene da fuori ma anche restrizioni per limitare i contagi nelle festività pasquali

Aggiornato il 3 aprile 2021, ore 14.40

Coronavirus, i vaccinati al 1° aprile 2021

4' di lettura

Sarà una Pasqua con spostamenti vietati tra territori, fatta eccezione per chi si muove per motivi di lavoro, salute e necessità e sarà sempre possibile rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione. Ma i divieti nazionali anti Covid che regoleranno le giornate dal 3 al 5 aprile sono in alcuni casi aggravati dalle ordinanze restrittive decise dalle singole Regioni. A partire dalle seconde case: in base alle regole decise dal Governo è possibile raggiungere l’abitazione alternativa anche se la proprietà si trova in un’altra regione (bisogna dimostrare comunque di averne la disponibilità prima del 14 gennaio 2021). Ma alcuni governatori hanno introdotto norme più severe per i giorni di festività . Ecco il quadro delle restrizioni.

Seconde case: i divieti regionali

Come detto, è sempre possibile raggiungere le seconde case, anche in zona rossa, a patto che non ci siano però ordinanze dei presidenti di Regione che impongono regole più restrittive per il fine lungo fine settimana pasquale e oltre. È il caso di Campania e Puglia, che hanno imposto per Pasqua il divieto per residenti e non. L’accesso alle seconde case per i soli non residenti è vietato in Piemonte e Liguria , Valle d’Aosta, Alto Adige, Toscana, Sardegna (è invece ammesso in Trentino, a differenza di quanto scritto in una precedente versione dell’articolo).
In Sicilia si entra solo con tampone negativo effettuato 48 ore prima dell’arrivo.

Loading...

Piemonte: chiusura supermercati a Pasqua e Pasquetta

In Piemonte il presidente della Regione Alberto Cirio firmerà un’ordinanza per la chiusura dei supermercati nei giorni di Pasqua (dalle ore 13) e Pasquetta (per l’intera giornata). Sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile divieto di andare nelle seconde case per coloro non sono residenti in regione.

Liguria: accesso vietato anche alle barche

La Liguria ha vietato i rientri nelle seconde case e l’utilizzo delle barche da mercoledì 31 marzo a lunedì 5 aprile. Il divieto, ha spiegato il presidente Giovanni Toti, «riguarda anche le barche perché in molte località molti turisti usano le barche come casa».

Toscana: a Capalbio spiagge chiuse

Fino all’11 aprile non è consentito a chi viene da fuori regione raggiungere la propria seconda casa. «L’aumento della densità della popolazione nelle località dove si concentrano molte seconde case, in una situazione qual è quella della Toscana di oggi, è inopportuno» ha spiegato il presidente Eugenio Giani. Altre restrizioni riguardano singole cittadine. A Capalbio, per esempio, l’accesso agli arenili sarà interdetto su tutto il territorio, sarà vietato recarsi sul litorale e saranno bloccati gli ingressi alle spiagge. A Massa, invece, fino al 7 aprile sarà vietato l'ingresso anche ai parchi pubblici, al pontile e alle spiagge.

Marche

Vietato lo spostamento nelle seconde case ai non residenti anche nella Regione Marche. L’ordinanza, firmata il 27 marzo dal Governatore Francesco Acquaroli, riguarda i cittadini non residenti e non domiciliati nelle Marche che hanno un’abitazione nella regione. L’ordinanza è entrata in vigore lunedì 29 marzo e sarà valida fino alle 24 di lunedì 5 aprile.

Sardegna: confermati controlli all’arrivo

In Sardegna c'è già un sistema di controlli sanitari nei porti e aeroporti isolani, introdotti quando l’isola era in zona bianca, tuttora vigenti per chi sbarca sul territorio regionale: un protocollo che di fatto già da un mese - ha spiegato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia - anticipa quello che sarà il “digital green certificate”, il lasciapassare europeo che consentirà di viaggiare alle persone che hanno ricevuto il vaccino, sono risultati negativi al tampone o guarite dal Covid.

Già il 18 marzo il presidente della regione Christian Solinas aveva firmato un’ordinanza per la quale i proprietari di seconde case non residenti sull’isola possono entrare solo per comprovate esigenze lavorative o motivi di salute e, comunque, presentando la certificazione di vaccinazione avvenuta o di negatività al tampone.

Campania: vietati gli ingressi alla Madonna dell’Arco

Con un’ordinanza in vigore già dal 18 marzo il presidente campano Vincenzo De Luca ha vietato gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o dimora abituale sul territorio della Campania verso le seconde case in ambito regionale, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza e, comunque, per il tempo strettamente indispensabile. La restrizione è valida fino al 5 aprile.

Nei giorni 3, 4 e 5 aprile De Luca ha anche vietato l’accesso alla frazione di Madonna dell’Arco del comune di Sant’Anastasia (Napoli), «salvo che per comprovate esigenze di lavoro o di urgente necessità, nei limiti strettamente indispensabili». Il Santuario della Madonna dell’Arco è meta della tradizionale processione “dei fujenti” nel giorno di Pasquetta.

In Puglia attività chiuse per Pasqua e Pasquetta

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inasprito le misure anti Covid previste dalla zona rossa con provvedimenti in vigore dal 27 marzo al 6 aprile. Vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o abitazione verso altri comuni della Puglia per raggiungere le seconde case (salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza). Tutte le attività commerciali nella regione chiudono alle ore 18 (con eccezioni che vanno dalle attività di vendita di generi alimentari alle farmacie passando per le edicole). A Pasqua e nel lunedì dell’Angelo vengono sospese tutte le attività commerciali (ad eccezione delle attività di vendita di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, di fiori e piante, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie, delle parafarmacie).

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti