I PROGETTI

Dalle terme alla multinazionale: decolla la residenza creativa

Prosegue il progetto Macc: coinvolti sette alberghi del Padovano ed Electrolux


2' di lettura

Sette artisti, sette diversi hotel e altrettante residenze nelle strutture. La contaminazione fra arte e luoghi di lavoro è arrivata anche alle terme di Padova, dove i primi hanno lavorato per ideare e costruire nuove narrazioni della storia e della cultura del fango termale, e del suo impiego nei trattamenti di cura e benessere.Ne è nata una mostra diffusa - intitolata In Treatment - negli alberghi in cui gli artisti hanno lavorato, aperta dallo scorso giugno. È un’altra tappa di Macc - Manifattura commercio e cultura. Trasformare l’autenticità del territorio veneto in esperienza turistica, progetto di Fondazione Università Ca’ Foscari Venezia di cui è responsabile scientifico Fabrizio Panozzo, docente del Dipartimento di Management di Ca’ Foscari, realizzato grazie al contributo Por Fse 2014-2020 della Regione del Veneto, in collaborazione con il Consorzio Aquaehotels e il patrocinio dei Comuni di Abano Terme e Montegrotto Terme.

In Treatment si inserisce nell’attività di ricerca dell’ateneo veneziano - Art & Business - che da anni esplora le connessioni tra arte e impresa. Così il focus si sposta dall’arte, intesa come artefatto decorativo, al lavoro artistico, ossia al suo processo di ideazione, progettazione e realizzazione che implica una relazione professionale tra artista e spazio aziendale. La scommessa è che i linguaggi e gli strumenti dell’arte possano contribuire a valorizzare lo straordinario vantaggio competitivo del turismo termale, riposizionandolo presso nuovi target: un cliente che oggi sceglie le proprie destinazioni anche sulla base delle sollecitazioni culturali offerte e tende a chiedere di vivere un’esperienza.

Curata da Giovanna Maroccolo, la mostra riunisce gli interventi artistici di Alessio Ballerini, Daniela Di Maro, Elena Candeo, Giacomo Gerboni, Giorgia Severi, Marco Maria Zanin, Simona Sala. Le loro creazioni sono ospitate negli hotel in cui hanno lavorato in residenza, facendo esperienza diretta dei processi produttivi e di utilizzo del fango. I sette hotel coinvolti sono Hotel Terme all'Alba, Hotel Smeraldo, Hotel Dolomiti, Hotel Gran Torino, Hotel Belvedere, Hotel Eliseo, Hotel Terme Commodore.

Altra azienda, altro progetto: questa volta siamo in una multinazionale, la Electrolux di Susegana, che ha successivamente partecipato anche all’iniziativa Smath (si veda altro pezzo in pagina). Il risultato è un video artistico per sperimentare una nuova narrazione d’impresa, e raccontare attraverso immagini e suoni il cambiamento, l’innovazione e il futuro. Sound lines è stato commissionato dall’azienda (che quest’anno ha toccato il traguardo di cento anni di storia e di attività) agli artisti della startup padovana D20 Artlab e realizzato nello stabilimento di Susegana, nel Trevigiano. Il loro incontro nasce nell’ambito di Art&Business: uno scambioche genera nuovi modi di narrazione della grande impresa, della trasformazione verso un nuovo modello di industria 4.0, dei cambiamenti del mondo del lavoro. La sua prima presentazione pubblica è avvenuta proprio in occasione dei festeggiamenti per il centenario nel sito veneto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...