Fondo complementare al Pnrr

Dalle trivelle di Ravenna ai traghetti sullo Stretto, ecco le novità in arrivo con il Dl Fondone

L’Aula del Senato ha approvato il decreto. Il provvedimento, che detta misure per il Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti, passa ora alla Camera e deve essere convertito in legge entro il 6 luglio

(Ansa)

2' di lettura

L’Aula del Senato ha approvato il Dl Fondone con 173 sì, 2 contrari e 18 astenuti. Il provvedimento, che detta misure per il Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti, passa ora alla Camera e deve essere convertito in legge entro il 6 luglio.

Le modifiche

Ammontano a un totale di 700 milioni le modifiche apportate dalla Commissione Bilancio del Senato al decreto prima dell’approvazione in Aula, tutte a valere sul Fondo di Sviluppo e coesione. Il primo stanziamento va alla creazione di una Rete di interconnessione nazionale dell’istruzione: si tratta di 35 milioni nel 2022, 45 milioni nel 2023 e 55 milioni nel 2024 per il coordinamento delle piattaforme, dei sistemi e dei dati tra scuole, uffici scolastici regionali e ministero e per il corretto funzionamento della didattica digitale integrata.

Loading...

Stop trivelle Ravenna, arriva distretto marino

A partire dal 2022 saranno stanziati 70 milioni in tre anni (20 nel 2022, 25 nel 2023 ed altrettanti nel 2024) per la nascita di un polo energetico rinnovabile nell’Adriatico per riconvertire le piattaforme di idrocarburi al largo di Ravenna in un distretto marino con impianti eolici offshore e solari galleggianti.

Investimenti per il risanamento urbano

Per i Comuni con una popolazione tra i 50 mila e i 250.000 abitanti e per i capoluoghi di Provincia con meno di 50 mila abitanti arrivano 285 milioni in 4 anni per investimenti nell’inclusione sociale e nel risanamento urbano “nel rispetto degli obiettivi di transizione verde e della rigenerazione urbana sostenibile”.

Fondi per il miglioramento della qualità dell’aria nella Pianura Padana

Per investimenti a favore del miglioramento della qualità dell’aria nella Pianura padana arrivano 115 milioni, ripartiti in tre anni (30 milioni nel 2022, 35 nel 2023 e 50 nel 2024). Dal 2022 al 2024 sono anche stanziati 25 milioni di euro per il potenziamento dei nodi ferroviari nel Sud Italia, per valorizzarne i siti turistici, storici ed archeologici.

Il rinnovo dei traghetti privati in servizio nello Stretto di Messina

Per il rinnovo delle flotte private adibite all’attraversamento dello Stretto di Messina arrivano 35 milioni nel triennio ’22-’24 e per interventi contro il sovraffollamento carcerario 20 milioni nei due anni 2023 e 2024. Quest’anno sono stanziati 15 milioni per gli allevamenti estensivi e senza gabbie. Tutte le risorse sono assegnate al Cipess, il Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile, che individuerà obiettivi iniziali, intermedi e finali degli interventi e revocherà i fondi in caso di mancato rispetto dei target.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti