Coronavirus

Dallo smart working al green pass, gli effetti della proroga dello stato di emergenza

Lo stato di emergenza, prorogato di nuovo dal Cdm fino al 31 marzo 2022, è il regime speciale creato per affrontare la pandemia da Covid, introdotto nel gennaio del 2020 dal governo di Giuseppe Conte per la prima volta

di Andrea Gagliardi

Stato di emergenza prorogato fino al 31 marzo

3' di lettura

Allo stato di emergenza Covid, prorogato dal governo fino al 31 marzo 2022 di fronte alla necessità di arginare la quarta ondata e dall’avanzata della variante Omicron, sono legate una serie di norme che dal 2020 regolano la vita degli italiani: dall’obbligo di mascherine allo smart working semplificato, fino al ruolo e alle funzioni del commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo e all’obbligo del green pass “base” e “rafforzato”. Ma andiamo con ordine.

Il ruolo del commissario all’emergenza

Lo stato di emergenza è il regime speciale creato per affrontare la pandemia da Covid, introdotto nel gennaio del 2020 dal governo di Giuseppe Conte per la prima volta. In questo quadro giuridico è nata la struttura del commissario all’emergenza Covid che oggi è guidata dal generale Figliuolo. Che manterrà perciò incarico (di distribuzione dei vaccini) e struttura. Lo stato di emergenza velocizza la gestione burocratica degli acquisti. Non è infatti obbligatoria l’effettuazione di gare, anche se la struttura commissariale ha molto spesso deciso di seguire la strada di confrontare pubblicamente le offerte di vari concorrenti.

Loading...

In ordinanze misure per superare stato emergenza

La bozza di decreto approvata in Cdm prevede ad ogni modo che nei tre mesi di proroga dello stato di emergenza Covid il commissario straordinario e il capo della Protezione civile adotteranno ordinanze per programmare «la prosecuzione in via ordinaria delle attività» per il contrasto e il contenimento della pandemia. Si prevede in sostanza, spiegano diverse fonti, di programmare la gestione di tutte le strutture connesse all’emergenza, perché possano operare anche a prescindere dallo stato d’emergenza che scade il 31 marzo.

Il ruolo del Comitato tecnico scientifico (Cts)

Allo stato di emergenza, inoltre, sono legati gli altri organismi creati per far fronte alla pandemia, come il Comitato Tecnico Scientifico. Quest’ultimo è stato istituito il 5 febbraio 2020 con ordinanza del ministero della Salute e poi modificato, nella sua composizione, il 17 marzo 2021. Attualmente è composto da 11 membri, con il ruolo di coordinatore affidato al presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, e quello di portavoce a Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità.

ATTIVITÀ CONSENTITE SENZA/CON GREEN PASS “BASE”/”RAFFORZATO” DAL 6/12/2021 AL 15/1/2022
Loading...

Dai tamponi a prezzo calmierato al sistema dei colori

A livello normativo, la durata dello stato di emergenza è l’orizzonte temporale di una serie di misure adottate per far fronte all’epidemia: da quelle che possono limitare la circolazione delle persone a quelle che possono prevedere la chiusura di attività economiche e ricreative. Ma anche l’applicazione della misura della quarantena precauzionale, l’obbligo di mascherina al chiuso, i test antigenici rapidi a prezzi calmierati, nonché il sistema dei colori legato alle soglie di ricovero neri reparti ordinari e nelle terapie intensive, sono tutti provvedimenti legati per ora allo stato di emergenza.

Super green pass fino al 31 marzo anche in zona bianca

La bozza di decreto approvato in Cdm esplicita non a caso la proroga fino al 31 marzo dell’obbligo del green pass al lavoro e sui mezzi di trasporto, nonché del super green pass fino a fine marzo anche in zona bianca (oltre che gialla e arancione), rispetto alla attuale scadenza del 15 gennaio.

Lo smart working semplificato

Con lo stato di emergenza vige inoltre un regime di smart working “semplificato” che consente ai datori di lavoro di poter attivare lo strumento con un atto unilaterale, senza cioè dover sottoscrivere un accordo individuale. Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha già firmato ad ogni modo con le parti sociali un protocollo che definisce le linee guida per l’utilizzo dello smart working, in base al quale l’adesione al lavoro agile, a differenza di quanto accaduto nel periodo dell’emergenza sanitaria, torna ad avvenire su base volontaria ed è subordinata alla sottoscrizione di un accordo individuale.

Fino al 31 marzo smart working per fragili e congedi figli

Non solo. La bozza di decreto approvato in Cdm inoltre esplicita che fino al 31 marzo 2022 sono prorogati i congedi parentali al 50% per i genitori con figli in quarantena causa Covid ed è prorogata anche la possibilità di smart working per i lavoratori fragili. Con decreto ministeriale, «da adottare entro trenta giorni, sono individuate le patologie croniche con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, in presenza delle quali, fino al 31 marzo 2022, la prestazione lavorativa è normalmente svolta in modalità agile, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione, e specifiche attività di formazione professionale sono svolte da remoto».

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti