investimenti

Data4 (Axa) investe 200 milioni in Data center a Milano e dintorni

Il capoluogo lombardo scelto come meta insieme a Parigi, Madrid e Lussemburgo

di Paola Dezza

default onloading pic

Il capoluogo lombardo scelto come meta insieme a Parigi, Madrid e Lussemburgo


2' di lettura

Investimenti da 650 milioni di euro suddivisi in quattro città europee, di cui 200 milioni destinati all’Italia, per crescere come player di riferimento nel mondo dei Data center. Data4, società francese nata nel 2006 e acquisita nel 2018 da Axa Im-Real assets, gestisce oggi 19 Data center in Francia, Lussemburgo, Italia e Spagna, situati all’interno dei più potenti Campus Data center in Europa e punta a crescere grazie a un aumento di capitale che permetterà al gruppo di raddoppiare i ricavi entro il 2024.

La sempre maggiore richiesta di “data storage” ha subìto una accelerazione per via della pandemia indotta dalla diffusione del Covid-19 e ha quindi ulteriormente spinto i trend in atto, con smart working ed ecommerce che sono ormai diventate formule assodate di lavoro e acquisti.

Con lo sviluppo delle tecnologie di elaborazione dei big data, del cloud computing, dell’intelligenza artificiale, dell’internet of things (IoT) e dei social media il mondo dei Data center si sta espandendo a ritmi elevati. Solo nel mercato Emea (Europe, Middle east e Africa) il settore è cresciuto, nei dati di Jll, a un tasso medio del 18% all’anno negli ultimi dieci anni.

Data4 ha deciso quindi di espandere la propria rete e costruire 23 nuovi Data center. «Intendiamo investire pesantemente nello sviluppo di edifici intelligenti per portare sempre più innovazione ai nostri clienti - spiega Olivier Micheli, ceo di Data4 Group -. Per quanto riguarda l’Italia, abbiamo iniziato a costruire un campus che avrà la capacità di dieci Data center (ora ne sono stati realizzati quattro). Milano è una delle quattro mete scelte in Europa per la nostra espansione insieme a Parigi, Lussemburgo e Madrid». Micheli elenca anche altre mete interessanti nella strategia aziendale. «Francoforte, ma guardiamo anche la Svizzera, la Polonia e il Nord Europa».

I Data center, in genere edifici di 4mila metri quadrati, sono posizionati fuori dalle città, ma si stanno avvicinando al centro, anche se a guidare le scelte sono i costi del terreno da acquisire. A Milano, per esempio, la società finora ha fatto rotta su Settimo milanese. Micheli non esclude l’interesse per altre zone in Italia. «Abbiamo scelto Milano perché è il cuore dell’economia italiana - dice -, non escludiamo di investire a Roma se qualche cliente lo chiede».

La strategia di Data4 pone l’attenzione sull’ambiente e sull’impegno ecosostenibile. «I Data center sono il vero fondamento dell’economia digitale e devono rispondere alle sfide di connettività, sicurezza, governance e protezione ambientale con cui sono chiamate a confrontarsi le aziende - dicono ancora dalla società -. Per questo il gruppo progetta edifici intelligenti o “smart data center” che combinano performance e attenzione all’ambiente rilevando temperatura, consumo di acqua, energia, emissioni gas a effetto serra».

«Dopo aver rafforzato il nostro impegno nei confronti di Data4 meno di due anni fa, quando abbiamo acquisito il pieno controllo della piattaforma, oggi siamo giunti all’aumento di capitale grazie all’ingresso di due nuovi investitori - dice Isabelle Scemama, ceo di Axa Im-Real assets -. Continuiamo a considerare questo investimento di rilevanza strategica».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti