premiazione il 27 marzo

David di Donatello: in testa per candidature Dogman e Capri Revolution

di Nicoletta Cottone

David di Donatello, ecco le candidature: in testa Dogman e Capri Revolution


6' di lettura

Dogman di Matteo Garrone con il numero più alto di candidature - 15 - e Capri Revolution di Mario Martone che si attesta a 13. Pari merito al terzo posto ci sono Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino e Loro di Paolo Sorrentino con 12. A seguire, con nove candidature, Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher e Sulla mia
pelle di Alessio Cremonini. Ieri sono state diffuse le cinquine dei premi David di Donatello che verranno consegnati a Roma mercoledì 27 marzo, con una cerimonia in diretta su Rai1. Le candidature ai Premi David di Donatello 2019, comunicate da Piera Detassis, presidente e direttore artistico dell'Accademia, riguardano i film usciti al cinema dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018, in ordine alfabetico, votate dal 8 al 31 gennaio 2019 dai componenti la Giuria dell'Accademia.

GUARDA IL VIDEO - David di Donatello, ecco le candidature: in testa Dogman e Capri Revolution

Miglior film
La cinquina di candidature per il miglior film riguarda Chiamami col tuo nome del regista Luca Guadagnino; Dogman di Matteo Garrone; Euforia per la regia di Valeria Golino; Lazzaro felice per la regia di Alice Rohrwacher; Sulla mia pelle per la regia di Alessio Cremonini.

Miglior regia
Per la miglior regia sono il lizza tre uomini e due donne: Mario Martone con Capri-Revolution, Luca Guadagnino con Chiamami col tuo nome, Matteo Garrone con Dogman, Valeria Golino con Euforia e Alice Rohrwacher con Lazzaro felice.

Miglior regista esordiente
La cinquina per la scelta del miglior regista esordiente comprende Luca Facchini per Fabrizio De André - Principe libero, Simone Spada per Hotel Gagarin, Fabio e Damiano D'Innocenzo per La terra dell'abbastanza, Valerio Mastrandrea per Ride e Alessio Cremonini per Sulla mia pelle.

Miglior sceneggiatura originale
Per la miglior sceneggiatura originale in lizza per Dogman Matteo Garrone, Massimo Gaudioso, Ugo Chiti. Per Euforia ci sono Francesca Marciano, Valia Santella, Valeria Golino. Per La terra dell'abbastanza ci sono Fabio e Damiano D'Innocenzo. Per Lazzaro felice c’è Alice Rohrwacher, mentre per Sulla mia pelle ci sono Alessio Cremonini e Lisa Nur Sultan.

Miglior sceneggiatura non originale
Per la miglior sceneggiatura non originale fra le 5 candidature ci sono per Chiamami col tuo nome James Ivory, Luca Guadagnino, Walter Fasano. Per Ella & John (The Leisure Seeker) ci sono Stephen Amidon, Francesca Archibugi, Francesco Piccolo, Paolo Virzì. Per Il testimone invisibile sono in lizza Stefano Mordini, Massimiliano Catoni. Per La profezia dell'armadillo ci sono Oscar Glioti, Valerio Mastandrea, Johnny Palomba, Zerocalcare. Per Sono tornato ci sono Nicola Guaglianone, Luca Miniero.

Miglior produttore
Nella cinquina per il miglior produttore ci sono per Chiamami col tuo nome Luca Guadagnino, Emilie Georges, Peter Spears, Marco Morabito, Rodrigo Teixeira, James Ivory, Howard Rosenman. Per Dogman ci sono Archimede, Le pacte con Rai cinema. Per La terra dell'abbastanza ci sono Agostino, Giuseppe e Maria Grazia Saccà per Pepito produzioni, con Rai Cinema. Per Lazzaro felice ci sono Carlo Cresto-Dina per Tempesta , con Rai Cinema in coproduzione con Amka Films Productions, Ad Vitam Production, Knm, Pola Pandora. Per Sulla mia pelle sono in lizza Cinemaundici, Lucky Red.

Miglior attrice protagonista
Si contendono la statuetta come migliore attrice protagonista per Capri-Revolution Marianna Fontana, per Il vizio della speranza c’è Pina Turco, per Loro c’è Elena Sofia Ricci, per Troppa grazia c’è Alba Rohrwacher, mentre per Un giorno all'improvviso c’è Anna Foglietta.

Miglior attore protagonista
Come miglior attore protagonista la scelta è fra Marcello Fonte per Dogman, Riccardo Scamarcio per Euforia, Luca Marinelli per Fabrizio De André - Principe libero, Toni Servillo per Loro e Alessio Borghi per Loro.

Miglior attrice non protagonista
In lizza per il premio alla miglior attrice non protagonista ci sono per Capri-Revolution Donatella Finocchiaro; per Il vizio della speranza c’è Marina Confalone; per Lazzaro felice c’è Nicoletta Braschi, per Loro c’è Kasia Smutniak, per Sulla mia pelle c’è Jasmine Trinca.

Miglior attore non protagonista
Per il premio come miglior attore non protagonista sono in lizza: per A casa tutti bene, Massimo Ghini; per Dogman c’è Edoardo Pesce; per Euforia c’è Valerio Mastandrea; per Fabrizio De André - Principe Libero c’è Ennio Fantastichini. Per Loro c’è Fabrizio Bentivoglio.

Miglior autore della fotografia
Come miglior autore della fotografia sono in lizza per Capri-Revolution, Michele D'Attanasio; per Chiamami col tuo nome, Sayombhu Mukdeeprom. Per Dogman, Nicolaj Brüel; per La terra dell'abbastanza, Paolo Carnera e per Lazzaro Felice c’è Hélène Louvart.

Miglior musicista
Come miglior musicista sono stati selezionate sei candidature: per A Casa Tutti Bene, Nicola Piovani. Per Capri-Revolution ci sono Sascha Ring e Philipp Thimm. Per Dogman è in lizza Michele Braga, mentre per Euforia c’è Nicola Tescari. Per Loro c’è Lele Marchitelli, mentre per Sulla Mia Pelle c’è Mokadelic.

Miglior canzone originale
Per il premio alla miglio canzone originale sono state scelte: Per A casa tutti bene “L'invenzione Di Un Poeta”, musica di Nicola Piovani, testo Di Aisha Cerami e Nicola Piovani, interpretata da Tosca. Per Capri-Revolution c’è “Araceae”, musica di Sascha Ring, Philipp Thimm, testo di Simon Brambell, interpretata da Sascha Ring. Per Chiamami Col Tuo Nome c’è “Mistery Of Love”, musica, testo e interpretazione di Sufjan Stevens. Per Il vizio della speranza “ 'A Speranza”, musica, testo e interpretazione di Enzo Avitabile. Per Loro c’è “ 'Na Gelosia”, musica di Lele Marchitelli, testo di Peppe Servillo, interpretata da Toni Servillo.

Migliore scenografo
Come miglior scenografo si sceglie fra: Giancarlo Muselli per Capri-Revolution, Samuel Deshors per Chiamami col tuo nome, Dimitri Capuani per Dogman; poi Emita Frigato per Lazzaro felice e Stefania Cella per Loro.

Migliore costumista
Come miglior costumista sono candidati: per Capri-Revolution Ursula Patzak, per Chiamami col tuo nome Giulia Piersanti, per Dogman Massimo Cantini Parrini. Per Lazzaro Felice Loredana Buscemi. Per Loro Carlo Poggioli.

Miglior truccatore
Candidati come miglior truccatore ci sono: per Capri-Revolution Alessandro D'Anna, per Chiamami col tuo nome Fernanda Perez. Per Dogman ci sono Dalia Colli e Lorenzo Tamburini. Per Loro c’è Maurizio Silvi, mentre per Sulla mia pelle è in lizza Roberto Pastore.

Miglior acconciatore
Come miglior acconciatore sono candidati: per Capri-Revolution Gaetano Panico, per Chiamami col tuo nome c’è Manolo Garcia. Per Dogman c’è Daniela Tartari; per Loro c’è Aldo Signoretti. Per Moschettieri del re-La Penultima Missione c’è Massimo Gattabrusi.

Miglior montatore
In lizza per la statuetta al migliore montatore ci sono: per Capri-Revolution Jacopo Quadri e Natalie Cristiani; per Chiamami col tuo nome c’è Walter Fasano, mentre per Dogman c’è Marco Spoletini. Per Euforia c’è Giogiò Franchini, mentre per Sulla mia pelle c’è Chiara Vullo.

Miglior suono
In lizza per la statuetta al miglior suono ci sono per Capri-Revolution, Presa diretta: Alessandro Zanon – Microfonista: Alessandro Palmerini – Montaggio: Marta Billingsley – Creazione Suoni: Stefano Grosso, Marzia Cordò, Giancarlo Rutigliano – Mix: Paolo Segat. Per Chiamami col tuo nome, Presa diretta: Yves-Marie Omnes – Microfonista: Yves-M Arie Omn Es – Montaggio: DAvide Favargiotti – Creazione suoni: Studio 16 Sound Group – Mix: Jean-Pierre Laforce. Per Dogman, Presa diretta: Maricetta Lombardo – Microfonista: Alessandro Molaioli – Montaggio: Davide Favargiotti – Creazione suoni: Mauro Eusepi, Mirko Perri – Mix: Michele Mazzucco. Per Lazzaro felice, presa diretta: Christophe Giovannoni – Microfonista: Julien D'esposito – Montaggio: Marta Billingsley – Mix: François Musy. Per Loro, presa diretta: Emanuele Cecere – Microfonista: Francesco Sabez, Paolo Testa – Montaggio: Silvia Moraes, Alessandro Feletti, Alessandro Quaglio – Creazione Suoni: Mirko Perri, Mauro Eusepi – Mix: Marco Saitta.

Migliori effetti visivi
Sestina di candidature per la statuetta ai migliori effetti visivi: per Capri-Revolution ci sono Sara Paesani e Rodolfo Migliari. Per Dogman c’è Rodolfo Migliari. Per Il Ragazzo Invisibile -Seconda Generazione c’è Victor Perez. Per La Befana vien di notte ci sono Rodolfo Migliari e Monica Galantucci . Per Loro ci sono Simone Coco e James Woods. Per Michelangelo- Infinito c’è Giuseppe Squillaci.

Miglior documentario
Come miglior documentario sono in lizza: Arrivederci Saigon di Wilma Labate, Friedkin Uncut di Francesco Zippel, L'arte viva di Julian Schnabel di Pappi Corsicato, La strada dei Samouni di Stefano Savona e Santiago, Italia di Nanni Moretti.

Miglior film straniero
Candidati per la statuetta al miglior film straniero ci sono: Bohemian Rapsody di Dexter Fletcher, Bryan Singer (20th Century Fox); Cold War di Pawel Pawlikowski (Lucky Red); Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson (Universal Pictures International Italy); Roma di Alfonso Cuarón (Netflix); Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin Mcdonagh (20th Century Fox).

Scelto il miglior contometraggio
Già effettuata la scelta del miglior cortometraggio: è Frontiera di Alessandro Di Gregorio. La giuria ad hoc, composta dal presidente Andrea Piersanti e da Giada Calabria, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti ha decretato la vittoria di Frontiera. In lizza c’erano anche Il nostro concerto di Francesco Piras, Im Bären di Lilian Sassanelli, Magic Alps di Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, Yousef di Mohamed Hossameldin. Tremila studenti degli ultimi due anni di corso delle scuole secondarie di II grado stanno votando per il David Giovani. I risultati saranno annunciati i primi di marzo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti