ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAssicurazioni

De Agostini avvia l’uscita da Generali

Parte la dismissione dell’1,44%, ma il gruppo manterrà i diritti di voto all’assemblea del Leone ad aprile

di Laura Galvagni

(Ansa)

2' di lettura

De Agostini ha avviato l’uscita dal gruppo Generali. Lo ha annunciato la società precisando però che le manovre ora in atto permetteranno al gruppo di mantenere i diritti di voto all’assemblea di aprile quando in palio ci sarà il rinnovo del consiglio di amministrazione.
In particolare la società ha comunicato di aver iniziato «la dismissione progressiva della propria partecipazione in Assicurazioni Generali S.p.A., pari all' 1,44% del capitale sociale».

Ma come? «In tale contesto, è stata data esecuzione ad una prima operazione consistente in uno strumento derivato avente ad oggetto n. 2.250.000 azioni, rappresentative dello 0,14% del capitale sociale». Su quei titoli però, ha aggiunto De Agostini, verranno mantenuti «i diritti di voto».

Loading...

Evidentemente con l’obiettivo di supportare la lista del consiglio oggi al vaglio del board, opzione che ha l’appoggio di Mediobanca ma che, come è noto, non è condivisa da altri tre soci forti, quelli del patto, ossia Francesco Gaetano Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e Fondazione Crt.

Sostegno al management di Generali

In questo modo di fatto la holding intende ribadire il proprio sostegno al management oggi al vertice. «De Agostini esprime il proprio apprezzamento per l'operato del management della compagnia assicurativa, del quale ha condiviso obiettivi e valori, nonché la stima e sintonia nei confronti del CEO Philippe Donnet, che nel corso degli ultimi due mandati ha saputo distinguersi per la visione strategica, la competenza tecnica e la completezza manageriale. Qualità che si sono tradotte in eccellenti risultati industriali e finanziari».

Rispetto a come verranno impiegati i denari che verranno raccolti dalla cessione, circa 400 milioni complessivi ai prezzi attuali di Generali, questi saranno destinati «per perseguire nel prossimo futuro nuove opportunità di investimento».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti