incentivi per un salto di qualità

De Castro: una Pac forte è la chiave di volta del Green deal europeo

Per l’eurodeputato serve un nuovo paradigma: «passiamo da una Pac che penalizza chi non fa, a una Pac che incentiva e premia chi fa»

Ue, De Castro: "Su bilancio partiamo col piede giusto"

Per l’eurodeputato serve un nuovo paradigma: «passiamo da una Pac che penalizza chi non fa, a una Pac che incentiva e premia chi fa»


2' di lettura

«L’Europa ha bisogno di una politica agricola più comune e più forte, perché questa possa diventare davvero la chiave di volta del nuovo Green deal». Lo ha sottolineato Paolo De Castro, eurodeputato del Pd e coordinatore S&D alla commissione Agricoltura dell’Eurocamera, intervenendo a Bruxelles nel dibattito parlamentare sulla presentazione del Green deal europeo con la presidente dell’Esecutivo Ue, Ursula von der Leyen, e il vicepresidente Frans Timmermans.

Incentivi per un salto di qualità
Per l’eurodeputato «i nostri cittadini e agricoltori sono afflitti da un’emergenza globale, che si manifesta nelle sempre più frequenti catastrofi climatiche. Per vincere questa sfida serve un approccio comune e fortemente coordinato dall’Europa. Gli agricoltori sono pronti a cogliere la straordinaria occasione di diventarne protagonisti, ma hanno bisogno di essere guidati e adeguatamente incentivati a fare un ulteriore salto di qualità nell’erogazione di servizi ambientali di cui possa beneficiare l'intera collettività».

Serve un nuovo paradigma
Per De Castro, però, questa sfida epocale «non trova adeguato riscontro nell’attuale proposta di riforma della Pac, che delega agli Stati membri la pianificazione di una strategia che contrasti il cambiamento climatico: di fatto, una rinazionalizzazione dell'intervento europeo per le aree rurali». Serve, quindi un nuovo paradigma: «passiamo da una Pac che penalizza chi non fa, a una Pac che incentiva e premia chi fa».

Innovation Days, la rivoluzione digitale per didattica e agricoltura

Bellanova: agricoltura strategica per un’Europa più verde
La ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova, è intervenuta in relazione all’intervento di De castro, sottolineando che «l’agricoltura può e deve svolgere un ruolo essenziale, presidio territoriale strategico e insostituibile anche nel contrasto alla crisi climatica e contro il dissesto idrogeologico. Perché accada dobbiamo dare forza all'agricoltura e ai nostri agricoltori. Non possiamo chiedere agli agricoltori maggiore impegno e ulteriori sacrifici, soprattutto sul versante ambientale, senza adeguate risorse in cambio. E dobbiamo lavorare perché questo settore strategico sia capace di attrarre sempre di più le nuove generazioni. Ed è importante che Paolo De Castro abbia voluto ribadirlo nel corso del dibattito parlamentare sul Green Deal con la presidente dell'esecutivo Ue, Ursula Von der Leyen e il vicepresidente Timmermans. Solo una Pac più forte potrà essere la chiave di volta per un'Europa più verde».

Per approfondire
Cresce (di poco) il contributo italiano al bilancio Ue, tagli a coesione e Pac
Sul tavolo del Consiglio europeo il nuovo budget Ue: per l'Italia meno 4,7 miliardi dai fondi Pac
Sostenibilità, sulla nuova Pac una partita da 400 miliardi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti