Ritratto

De Leverano, il generale appassionato di scherma: ecco chi è il nuovo consigliere militare di Draghi

Lascia il ruolo di sottocapo dello Stato maggiore della Difesa. Sostituisce Carlo Massagli, ammiraglio di squadra oggi vicedirettore all’Aise

di Marco Ludovico

Il premier Mario Draghi ha designato il suo consigliere militare, Francesco De Leverano (imagoeconomica)

2' di lettura

A due mesi dall’insediamento del governo presieduto da Mario Draghi, il presidente del Consiglio ha designato il suo consigliere militare. Francesco De Leverano, generale di corpo d’armata dell’Esercito, fino a ieri sottocapo di Stato maggiore della Difesa, approda tra pochi giorni a palazzo Verospi in via dell’Impresa alle spalle di palazzo Chigi. De Leverano si affianca all’ambasciatore Luigi Mattiolo, consigliere diplomatico nominato a pochi giorni dalla nascita del governo. Il generale sostituisce Carlo Massagli, ammiraglio di squadra oggi vicedirettore all’Aise (agenzia informazioni e sicurezza esterna).

Un militare tutto d’un pezzo

Sposato con un figlio, leccese, classe 1959, dopo l’accademia di Modena specialità Arma delle Trasmissioni, da colonnello racconta con orgoglio di essere stato al comando del 235° Rav (reggimento addestramento volontari) “Piceno”, ente scolastico militare con lui ad accogliere le volontarie in divisa:i primi soldati donna. Da generale di brigata è stato vicecomandante del contingente italiano in Irak, in seguito alla guida della brigata “Sassari”, poi è approdato ai vertici del gabinetto Difesa.Dal 2015 con le tre stelle, grado di corpo d’armata, ha assunto tra l’altro il timone delle Forze di Difesa Interregionale Sud in Napoli, di numero uno del Comando Forze Operative Sud e di Comandante Logistico dell’Esercito. Dall’8 novembre 2018 è sottocapo di Smd. Carattere sicuro di sè, rigoroso e in appaarenza burbero, De Leverano è militare nella forma e nella sostanza.

Loading...

Le passioni: scherma e attività benefiche

In realtà, dietro la corazza in divisa, il neo consigliere militare di Draghi ha una spiccata affabilità salentina, sguardo sornione e sorriso sempre pronto alla battuta. Grande tifoso dell’Inter, cultore del caffè di torrefazione napoletana, sostenitore di molte attività benefiche sociali, De Leverano parla di continuo con emozione del progetto «Fensing for change»: un accordo tra Difesa e Vaticano «per promuovere lo sport come veicolo di convivenza civile ed elemento di integrazione ed inclusione sociale» si legge sul sito dell’Esercito.Da comandante delle Forze Sud a Napoli, De Leverano lo organizza con l’università Federico II, la Fis-federazione italiana scherma, gli altri attori istituzionali. Poi si estende ai giovani tra gli otto e i 15 anni di tutto il Sud: migliaia di ragazzi, spesso dei quartieri più a rischio, hanno imparato a tirare di fioretto e sciabola. A febbraio il generale è stato insignito del «Distintivo d’onore”, massima onorificenza della Fis.

Le sfide all’ufficio di consigliere militare

Oltre a curare i dossier militari e geostrategici per il presidente del Consiglio, il neo consigliere dovrà tenere i rapporti tra palazzo Chigi e il ministero della Difesa guidato da Lorenzo Guerini. Proprio Guerini, del resto, ha avanzato la proposta a Draghi di De Leverano. A palazzo Chigi dovrà riaprire fascicoli già noti a Smd: la protezione delle infrastrutture critiche, l’import-export militare, gli scenari dei flussi migratori, l’industria nazionale della difesa, le minacce alla sicurezza nazionale fino allo svilupppo del settore del cosiddetto spazio e aerospazio dove l’ammiraglio Massagli aveva dato forte impulso.L’ufficio del consigliere militare è responsabile del supporto al Comint, il comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio e all’aerospazio, introdotto con la legge 7 del 2018 per dare omogeneità e coordinamento alla politica spaziale nazionale. Su questo profilo De Leverano dovrebbe essere raggiunto da un vice consigliere, generale dell’Aeronautica.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti