BENZINA ADDIO

Debutta la Mini elettrica: ecco la Cooper SE a zero emissioni

Arriva la prima Mini alla spina con 235 km di autonomia

di Mario Cianflone


Mini elettrica, il debutto della Cooper SE

2' di lettura

È la prima, lungamente attesa Mini, totalmente elettrica. Si chiama Cooper SE e ha debuttato a Rotterdam nelle sue vesti definitive dopo essere apparsa sotto il vestito di concept car. Mini cosi a 60 anni esatti dalla sua nascita si reincarna in variante a emissioni zero che, va ricordato, si affiancherà alla altre versioni equipaggiate con motori diesel, benzina e ibride plug-in. Sarà in vendita quasi tra un anno. Arriverà nei concessionari infatti il 7 marzo. Il listino partirà da circa 34mila euro.

La vettura, monta una batteria da 32.6 kWh che assicura, secondo il costruttore un'autonomia di 235 km secondo le misurazioni effettuate secondo lo standard Wltp. La batteria a ioni di litio ha una capacità e dimensioni non enormi al fine di non rubare troppo spazio dall'abitacolo ed è posta sotto al pianale che deriva dalla piattaforma Ukl sviluppata da Bmw. L'architettura rimane infatti quella della versioni termiche pur con le necessarie modifiche per alloggiare pacco batterie sistemi di gestione dell'energia e il motore elettrico da 135 kW (184 cavalli). Per ricaricare la vettura è possibile usare colonnine e wallbox fino a 50 kW che permette di arrivare all'80% di carica in 35 minuti. Con una presa da 11 kW ci vogliono due ore e mezza per l'80% e tre ore e mezza per arrivare al 100 per cento. Tra l'altro il costruttore offre un pacchetto che comprende wallbox e installazione. la casa dichiara consumi pari a 15 kWh ogni cento km.

Mini elettrica, tutte le foto della nuova Cooper SE

Mini elettrica, tutte le foto della nuova Cooper SE

Photogallery39 foto

Visualizza

La vettura, recupera energia in frenata con due modalità di intervento e offre driving mode specifici. Mini Cooper SE come tutte le elettriche assicura prestazioni brillanti. Accelera da 0 a 100 km/h in 7.3 secondi e da 0 a 60 km/h in soli 3.9 secondi.

La Mini alla spina che fa parte del vasto piano di elettrificazione del gruppo Bmw teso a sviluppare 25 modelli elettrificati entro il 2023 tra elettriche, ibride, Phev e mhev. È costruita sulle linee di Oxford, insieme alle sorelle termiche, si distingue per numerosi dettagli e fra questi spiccano la calandra specifica e le ruote (da 16 o da 17 pollici) dal design studiato per migliorare l'aerodinamica che la rendono immediatamente riconoscibile.

A bordo il sistema di infotainment è specifico per il modello e contempla funzioni e servizi connessi via app pensati per gestire una vettura elettrica. Ad esempio offre una schermata “eDrive” c per gestire e monitorare i flussi di energia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...