ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’audizione

Decreto aiuti, Confindustria: serve taglio strutturale cuneo. Norma extraprofitti incoerente, sì tetto a gas

Lo ha detto il direttore generale di Confindustria Francesca Mariotti in audizione alle commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera sul decreto aiuti

Censis-Ugl: lavoro cambia tra nuove diseguaglianze e bassi salari

2' di lettura

Nessun taglio strutturale del cuneo contributivo, poca incisività sugli extra-profitti, la temporaneità dei crediti di imposta per imprese energivore e gasivore. Sono diverse le criticità che Confindustria cerchia in rosso nel decreto aiuti, dove pur riconoscendo passi avanti sulle rinnovabili, boccia di fatto l’approccio «connotato ancora da misure di breve periodo». Un altro nodo su cui rischia di inciampare il decreto, riguarda i tempi: per l’attuazione di alcune misure, infatti, avvertono i tecnici della Camera, servirà l’adozione di altri 20 provvedimenti.

Confindustria: per lavoro serve taglio strutturale cuneo

Sul capitolo lavoro, «gli interventi non sono in linea con l’esigenza di un taglio strutturale del cuneo contributivo» ha detto il direttore generale di Confindustria Francesca Mariotti in audizione alle commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera sul decreto aiuti. Il taglio del cuneo contributivo «consentirebbe di agire in chiave congiunturale per mitigare gli effetti dei rincari, ma avrebbe anche un importante impatto strutturale sulla competitività delle imprese», ha aggiunto Mariotti. Una proposta in questo senso è stata già presentata da Confindustria e avrebbe un importante impatto strutturale sulla competitività delle imprese - osserva Mariotti - diversamente dal dl che «si limita ad introdurre un sostegno ’una tantum’ di 200 euro».

Loading...

«Norma extraprofitti incoerente, sì tetto a gas»

Occasione mancata sugli extra-profitti: la norma, per come è stata scritta, «non è pienamente coerente con l’obiettivo che persegue» e saranno “indispensabili” dei correttivi, avverte la dg di Confindustria. Una soluzione «probabilmente è prevedere un tetto del gas, anche per prevenire la realizzazione di extraprofitti». Più in generale, viale dell’Astronomia non vede di buon occhio gli interventi ancora di natura congiunturale del decreto e indica tra le priorità il potenziamento e la proroga dei crediti di imposta per energivori e gasivori e, in materia di contratti pubblici, la necessità di meccanismi di revisione automatica dei prezzi. «Positivi», invece, gli interventi in materia di rinnovabili, in particolare per la semplificazione delle procedure autorizzative e l’individuazione delle aree idonee.

«Serve lungimiranza, rallenta spinta Pnrr»

L’affondo di Viale dell’Astronomia parte dal decreto aiuti, ma allarga lo sguardo al contesto più generale, con lo shock dei prezzi energetici, aggravato dalla guerra, che continua a minare le prospettive di crescita. Confindustria evidenzia il bisogno di «risposte lungimiranti, per alleviare l’impatto della crisi e dare futuro alle nostre imprese». Governo e Parlamento hanno messo in campo «una quantità di risposte importanti», ma c’è una «incertezza» che rischia di vanificarne l’efficacia. «Registriamo anche - ha chiosato Mariotti - un rallentamento nella tensione riformistica collegata al Pnrr, favorito da interessi di parte e molto lontano dall’interesse generale del Paese».

La necessità di provvedimenti attuativi

Un’altra criticità la segnala il Servizio studi della Camera sul requisito dell’immediata applicazione delle misure previste dai decreti-legge. Oltre alla necessità di un approfondimento sulle conseguenze dei tempi lunghi intercorsi tra deliberazione e pubblicazione, si evidenzia nel dossier dell’Osservatorio legislativo e parlamentare, va considerato che per 20 dei 251 commi sarà necessaria l’adozione di provvedimenti attuativi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti