Dl Covid, ok della Camera. Dallo smart working al bonus baby sitter: la mappa delle misure in arrivo

6/8Politica Economica

Decreto Covid / Bonus baby-sitting

(Adobe Stock)

In alternativa al diritto al lavoro agile e al congedo straordinario, e solo se l'altro genitore non accede ad altre tutele o al medesimo congedo straordinario, fino al 30 giugno 2021 è riconosciuta la possibilità di usufruire della corresponsione di uno o più bonus (nel limite massimo complessivo di 100 euro settimanali) per l'acquisto di servizi di baby-sitting o di servizi integrativi per l'infanzia per i figli conviventi minori di anni 14 che - nell'arco temporale che va dal 1 gennaio al 30 giugno di quest'anno – si sono trovati o si troveranno in tre particolari condizioni: sospensione dell'attività didattica in presenza, infezione da Covid o quarantena a seguito di contatto ovunque avvenuto. Il beneficio spetta anche in caso di adozione, affido preadottivo o condiviso tra i genitori. Non può essere fruito se l'altro genitore è a sua volta in congedo da “Covid 2021”, disoccupato o non lavoratore, se percettore per le giornate di riferimento di qualsiasi beneficio di sostegno al reddito per sospensione o cessazione dell'attività lavorativa, quale ad esempio, NASpI, cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga eccetera.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti