alla camera

Decreto fiscale, riammesso emendamento su Iva ridotta per gli assorbenti

La proposta di modifica era stata giudicata inammissibile dalla commissione Finanze della Camera. Riammesso anche il bonus airbag per le moto


Manovra, Boccia: abbassare Iva al 22% su assorbenti e pannolini

2' di lettura

Il Parlamento discuterà la proposta di abbassare l'iva sugli assorbenti dal 22% al 10%. Dopo aver dichiarato inammissibile l'emendamento al dl fisco presentato da una trentina di deputate di maggioranza e di opposizione, la
commissione Finanze ha accolto il ricorso ed è tornata sui suoi passi, rimettendo in campo l'ipotesi di tagliare l'imposta “sui prodotti sanitari e igienici femminili”. Così come è tornata in ballo la richiesta del M5S di introdurre un bonus fino a 250 euro per chi voglia acquistare airbag per le moto. Dopo questo primo turno, gli emendamenti sopravvissuti sono
quindi intorno agli 800.

Taglio Iva su assorbenti, il Parlamento ci riprova
La richiesta di abbassare l'Iva sugli assorbenti è un grande
classico. Ogni tanto si affaccia, poi affonda per riemergere
dopo un po'. Finora, però, ogni proposta è rimasta sulla carta.
Stavolta, la prima firmataria è Laura Boldrini (Pd), che ha
trovato compagne di viaggio un po' in tutte le forze politiche.
Qualche giorno fa, la ex presidente della Camera ha sottolineato
di aver firmato l’emendamento «insieme ad altre 32 deputate di
vari gruppi politici sia di maggioranza che di opposizione» e di
averlo proposto perché «i prodotti sanitari e igienici femminili
non sono beni di lusso ma una necessità». Per la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, «la possibilità di abbassare l’Iva sui prodotti igienici e sanitari femminili è una battaglia di civiltà che dobbiamo portare avanti».

Torna emendamento +E: giù Iva su acquisti ricerca
Recuperato anche l'emendamento al decreto legge fisco, prima firma Riccardo Magi (+Europa), che chiede l’introduzione di un’esenzione dall’Iva per reagenti e apparecchiature destinati alla ricerca scientifica nel campo delle biotecnologie se acquistati dalle Università, dagli Enti
pubblici di Ricerca, dagli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico e dagli Enti di Ricerca privati senza finalità di lucro.

Pd: salvi nostri emendamenti su imprese e famiglie
«Siamo molto contenti che siano stati riammessi alcuni emendamenti a firma Pd al dl fiscale dedicati ai territori terremotati, famiglie in difficoltà e imprese» riferisce il capogruppo Pd in commissione Finanze e relatore al
dl fiscale, Gian Mario Fragomeli. «In particolare - spiega - è stato riammesso l’emendamento De Maria che prevede un nuovo piano di ammortamenti per i comuni terremotati dell'Emilia Romagna; un emendamento di Alessia Rotta che prevede la proroga dei termini per la presentazione delle agevolazioni fiscali per le imprese della zona franca di
Genova».

Fragomeli ricorda anche «la riammissione dell'emendamento Mancini secondo cui chi ha perso la casa durante il periodo di crisi economica perché impossibilitato a pagare il mutuo potrà riacquistarla facendo un nuovo mutuo con la stessa banca al prezzo ribassata d'asta» e «l'emendamento Topo che prevede incentivi e contributi alle imprese attraverso Cassa Depositi e Prestiti». Infine, «da segnalare tre
emendamenti del Pd, a firma Zardini, Gariglio, Mancini, che
prevedono il fondo per la mobilità sostenibile, il bike sharing,
e due milioni di euro destinati al trasporto merci per via
fluviale. Da ultimo ma non meno importante entra nel dl fiscale
la Tari per i Comuni».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...