LAND ROVER

Defender cambia a 360 gradi ma rispetta la tradizione off road

Al volante del nuovo modello che rimpiazza una icona del fuoristrada nata 70 anni fa. Stile curato, interni raffinati e tecnologia al passo con i tempi ma ama affrontare terreni impervi

di Simonluca Pini

default onloading pic

Al volante del nuovo modello che rimpiazza una icona del fuoristrada nata 70 anni fa. Stile curato, interni raffinati e tecnologia al passo con i tempi ma ama affrontare terreni impervi


3' di lettura

Una vera cona. Si può riassumere così la Land Rover Defender, modello diventato una vera e propria leggenda in quasi 70 anni di carriera. Dal 1948 al 2016 la fuoristrada inglese ha mantenuto lo stesso stile e la medesima filosofia costruttiva. La nuova Defender rispetta il passato ma non ne è prigioniera e dal vivo si ha la stessa impressione. Le dimensioni della nuova Land Rover Defender sono importanti, con una lunghezza di 4.75 metri (che superano i 5 con la ruota di scorta) per la versione 110, un passo di oltre tre metri, una larghezza di quasi 2 metri e un'altezza di 1.96 metri.

Se a queste misure si aggiungono le linee squadrate e decise scelte dai designer inglesi, si ha il risultato di una fuoristrada capace di attirare l'attenzione e di proporre un design realmente innovativo, andando a sfidare rivali storici come Jeep Wrangler e addirittura il lussuoso Mercedes Classe G. Il nuovo pianale D7x (x sta per Extreme) è basato su una monoscocca in alluminio e realizza la più rigida struttura mai prodotta da Land Rover. È tre volte più rigida della soluzione tradizionale scocca-telaio, è la base ideali per le sospensioni indipendenti pneumatiche (di serie sul modello provato), e consente di montare le motorizzazioni elettrificazione. Salendo a bordo della nuova Land Rover Defender troviamo interni realizzati per abbinare funzionalità, robustezza e tecnologia a partire dalla traversa a vista della plancia, in magnesio verniciato a polvere, che è essenziale per la robustezza della scocca.

Altra novità arriva dal sistema di infotainment e dalla connettività di bordo. Sulla Defender debutta il nuovo software Pivi Pro di Land Rover, gestibile attraverso lo schermo da 10” pollici a centro plancia e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Arrivano anche gli aggiornamenti Over the Air (Ota) e la connettività 5G. Sul piano delle motorizzazioni arriveranno versioni Phev e Mhev oltre ai motori Ingenium diesel e benzina. La Defender P400e Phev arriverà il prossimo anno e sarà capace di viaggiare a zero emissioni in modalità Ev. La nuova Defender sarà disponibile in versione 90 e 110, con configurazione fino a sei sedili per la 90 e con l'opzione di cinque, sei o 5+2 sedili per la 110. I modelli della gamma comprendono Defender, First Edition, e il top di gamma la Defender X, oltre agli allestimenti standard S, Se e Hse.

I clienti potranno personalizzare il proprio veicolo come mai prima d'ora, con ben quattro Accessory Pack. La scelta fra 170 accessori singoli rende praticamente impossibile trovare due Defender identiche. Passando alla prova su strada fin dai primi metri si apprezza il grande lavoro svolto, che ha colmato le lacune del modello precedente ovvero grandi doti in fuoristrada ma non adatta a lunghi viaggi.La nuova Defender ha colmato questo gap, senza però dimenticarsi di 70 anni di storia tra fango, pietre e percorsi a bassa aderenza. Nel nostro primo test tra autostrada, centri abitati e percorsi offroad abbiamo apprezzato come gli ingegneri inglesi siano stati in grado di rendere una vera fuoristrada perfetta per l'utilizzo quotidiano. Provata nella versione 4 cilindri diesel 2.0 litri da 240 cavalli, con cambio automatico Zf a 8 rapporti e naturalmente trazione integrale permanente, la Defender 110 ci ha conquistato per la sua polivalenza.

Da una parte permette di portare la famiglia in vacanza nel totale comfort e dall'altra di affrontare una mulattiera in totale sicurezza. Anche fuori dall'asfalto la situazione cambia radicalmente. Ora la Defender permette di affrontare passaggi decisamente impegnativi in totale sicurezza, grazie all'ultima generazione del Terrain Response e a numeri come i 90 cm di capacità di attraverso guado. Prezzi? Si parte da 51.400 euro per la versione 90 Diesel e 57.400 euro per la 110, mentre il modello provato costa 66.700 euro ma supera i 75 mila euro con gli accessori montati.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti