Manovra, le 16 misure chiave e i tempi di partenza

2/17Politica Economica

Deficit giù al 2% ma manca l’ultimo ok Ue


default onloading pic
(MasterSergeant - Fotolia)

Con la correzione da 10,2 miliardi (9 miliardi di riduzioni di spesa rispetto ai programmi, 1,2 miliardi di maggiori entrate), il deficit nominale della manovra è sceso dal 2,4 al 2% per evitare l’avvio della procedura di infrazione. La base di calcolo del deficit è ancorata alla vecchia crescita tendenziale (0,9%), “pericolosamente” vicina all’obiettivo programmatico rivisto che fissa un +1% per il Pil 2019. Il primo elemento di rischio è quindi determinato da una dinamica dell’economia più modesta del previsto.

«Documento: Il testo della Manovra in Gazzetta Ufficiale»

Visualizza

E questo rischio potrebbe rivelarsi concreto già nei prossimi mesi, soprattutto se l’ultimo trimestre 2018 dovesse confermare la crescita negativa già indicata dall’Istat per il periodo luglio-settembre. Per blindare i saldi la manovra «congela» 2 miliardi, una garanzia che vale comunque poco più dello 0,1% del Pil. I conti italiani torneranno sotto l’esame Ue già da gennaio.

Attuazione norme: prossimi giorni

Riproduzione riservata ©
Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...