LAVORO PER 200 RIDERS

Deliveroo sbarca in 5 nuove città italiane

di Food24

default onloading pic


2' di lettura

Deliveroo, servizio di consegne fondato nel 2013 con base a Londra con oltre 50mila ristoranti partner e 50mila rider, sbarca in 5 nuove città italiane. Si tratta di Palermo, Trieste, Cesena, Forlì e Ravenna, che si aggiungono alle 34 nelle quali il servizio è già presente. “Siamo orgogliosi ed entusiasti di essere arrivati in queste città, che offrono un'ampia e variegata offerta gastronomica”, afferma Matteo Sarzana, general manager di Deliveroo Italia.

A Trieste sono già trenta i ristoranti disponibili, ottanta a Palermo. Per quanto riguarda le tre nuove città dell'Emilia Romagna, i ristoranti presenti in piattaforma sono dieci a Cesena, venti a Forlì e 15 a Ravenna. Complessivamente, nelle nuove città dove il servizio sarà attivo, Deliveroo conta di creare nuove opportunità di lavoro per oltre 200 rider nei prossimi mesi.

Loading...

Mercato in crescita e identikit del consumatore
Secondo il “Rapporto Ristorazione 2018 - I nuovi stili alimentari degli italiani”, elaborato da Deliveroo e presentato a gennaio da FIPE, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi, l'online food delivery – inteso come la possibilità di scegliere e ordinare cibo da una rete sempre più ampia di ristoranti, attraverso l'utilizzo di una piattaforma online – è sicuramente tra le novità più significative del mercato della ristorazione degli ultimi anni. Con un fatturato di 350 milioni di euro nel 2018, in aumento del 69% rispetto al 2017 e previsioni di ulteriore crescita nel 2019, l'online food delivery contribuisce anche alla crescita della ristorazione italiana. Ma chi sono i consumatori italiani? Anzitutto giovani, senza differenze significative tra gli uomini e le donne. Per quanto riguarda le aree geografiche il fenomeno è al momento radicato più al nord che al centro-sud, con la Lombardia che nel 2018 si è imposta come regione dove risiedono il maggior numero di consumatori.

I piatti emergenti
Il Rapporto sottolinea anche una particolare attenzione dei consumatori nei confronti di cibi sani e salutari agevolata dalla presenza nella piattaforma di 308 ristoranti che offrono piatti e menù vegetariani, 206 vegani e 135 senza glutine. Nello specifico, tra i cibi preferiti del 2018, ci sono anzitutto i Poke Bowl, specialità hawaiana a base di riso e pesce crudo che si è rivelato il piatto più ordinato dell'anno appena trascorso. Per il 2019 la tendenza è per veg meat, beyond burger, e una maggiore attenzione alla frutta, tra cui il cocco e il dragon fruit.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti