ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCredito

Delle Femine (Bcp): dividendo 2021 e apertura sui bonus edilizi

Il direttore generale della Popolare di Torre del Greco traccia il bilancio del triennio trascorso in cui l'istituto si è rafforzato e ha assicurato sostegno al territorio e intanto si prepara alle nuove sfide

di Vera Viola

Sede storica. Palazzo Vallelonga, sede della Bcp che ha origini nel 1888

3' di lettura

«Chiudiamo un anno importante che ha visto una significativa crescita economica, nonostante l’impatto della pandemia e dei maggiori costi per l'approvvigionamento delle materie prime. In questo contesto, la Banca di Credito Popolare ha raggiunto obiettivi strategici, migliorandoli, assicurando supporto all’economia del territorio e prevedendo l’assegnazione del dividendo ai soci». Ne parla con grande soddisfazione Felice Delle Femine, direttore generale della Banca di Credito Popolare, mentre, tra oggi e domani, il bilancio 2021 viene portato in approvazione in Assemblea.

Delle Femine snocciola i dati. «Il Progetto di bilancio chiude con un utile netto di 3,1 milioni. Il CdA ha inteso confermare la politica di distribuzione dei dividendi. La proposta all’Assemblea di ripartizione dell’utile, formulata dal cda, prevede, infatti, la distribuzione di un dividendo unitario di 0,16 euro per ciascuna azione in circolazione, destinando 150 mila euro al fondo di beneficenza». E ancora «Nel 2021 è stata conseguita, come negli anni precedenti, la crescita degli impieghi in bonis alla clientela del 8,6% e della raccolta diretta con +12,6%».

Loading...

Nel 2021 si completa il piano triennale avviato nel 2018 poco dopo il suo arrivo alla BCP
Si, tiriamo le fila di un piano ambizioso che ha trovato attuazione in un arco temporale non lungo, basato esclusivamente sulla generazione di valore interno, raggiungendo obiettivi importanti di rafforzamento e rilancio.

Ci spieghi concretamente
In un’area del Paese prospetticamente e potenzialmente attrattiva, dove però è evidente il divario con le altre aree, il rischio che la pandemia potesse incidere maggiormente era più che reale. Siamo riusciti, invece, ad assicurare supporto a imprese e famiglie anche grazie alle misure adottate dal Governo. La Bcp, sul territorio di competenza dove investe ciò che raccoglie, ha fatto la sua parte. Possiamo dire di aver affrontato bene la crisi economica generata dal Covid: non è cresciuto, a esempio, il tasso di default delle imprese.

La Bcp aveva la forza per fare ciò?
La Banca aveva già rafforzato il suo posizionamento grazie al lavoro svolto. Oggi si dimostra solida ed esprime liquidità, sia a breve che a lungo termine, come testimoniato dagli indicatori di riferimento, LCR e NSFR, rispettivamente pari al 208% e al 126%, segnando valori superiori ai requisiti regolamentari pari al 100%. Abbiamo raggiunto gli obiettivi di derisking previsti dal Piano NPL, facendo registrare un sensibile miglioramento dell’NPL ratio netto pari al 5,3% andando oltre le previsioni. Altro indicatore che merita attenzione è quello dei costi su ricavi che oggi è al 57% contro l’80% circa di qualche anno fa. Abbiamo curato innovazione e digitalizzazione, senza far mancare al cliente la consulenza, questa è per BCP un’attività distintiva.

E ora siamo già di fronte a una nuova grande crisi, determinata dall'aumento dei prezzi delle materie e dalla guerra in Ucraina
Siamo nel pieno di una nuova fase di incertezza. I cambiamenti a cui avevamo assistito nel periodo del lockdown sono già superati. Oggi dobbiamo affrontare inflazione e alto costo dell’energia: due problemi molto sentiti dalle aziende. Di contro abbiamo la grande opportunità del Pnrr.

Come reagirete? 
Daremo sostegno alle imprese che devono sopportare maggiori costi. Ma ci impegniamo anche ad un ruolo di facilitatori delle misure del Pnrr. Siamo operativi anche sui Bonus per l’edilizia nell’ambito del nostro plafond fiscale. Non pensiamo, sia chiaro, a operazioni di carattere solo finanziario, ma a una gestione dei crediti fiscali per meglio supportare i nostri clienti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti