ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStudi legali

Dentons divorzia dalla Cina: fatale la stretta sui dati

L’agenzia globale diventa l’ultima azienda occidentale a ricorrere a misure drastiche per conformarsi alle ampie restrizioni sulla gestione e sul trasferimento dei dati all’interno e all’esterno della Cina che entreranno in vigore entro la fine dell’anno

1' di lettura

Lo studio legale Dentons si sta separando dalle sue attività cinesi per conformarsi alle nuove normative più restrittive su dati e privacy.

Dentons, uno studio legale con partner in tutto il mondo, si separerà questo mese dalla sua filiale cinese in risposta ai “mandati governativi” relativi alla sicurezza informatica e alla protezione dei dati. Dentons diventerà completamente indipendente da Beijing Dacheng Law Offices, un’azienda privata locale con cui ha collaborato dal 2015.

Loading...

L’agenzia globale diventa l’ultima azienda occidentale a ricorrere a misure drastiche per conformarsi alle ampie restrizioni sulla gestione e sul trasferimento dei dati all’interno e all’esterno della Cina che entreranno in vigore entro la fine dell’anno. Tra le altre cose, il nuovo regime di sicurezza dei dati di Pechino dà all’amministrazione del presidente Xi Jinping il potere di chiudere o multare le aziende che fanno trapelare o gestiscono male le informazioni sensibili. Le sanzioni includono multe e sospensioni.

L’amministrazione di Xi ha rafforzato il controllo sulla mole di informazioni prodotte dalle aziende del Paese, considerate fondamentali per guidare l’economia e le tecnologie future come l’intelligenza artificiale. Ma la natura ampia e vaga dei nuovi regolamenti ha suscitato preoccupazioni sulla conformità e sulle sanzioni in caso di mancato rispetto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti