depenalizzazione

Depenalizzabili anche gli atti osceni con «spettatori» minorenni

di Patrizia Maciocchi


default onloading pic
(13683)

2' di lettura

E’ depenalizzato l’atto osceno commesso in un luogo pubblico, all’interno della propria automobile, anche se lo “spettatore” è una minorenne. La Corte di cassazione, con la sentenza 10025, respinge il ricorso del pubblico ministero che contestava l’assoluzione dell’imputato, con la formula «perché il fatto non è previsto dalla legge come reato». Secondo la pubblica accusa, infatti, l’atto di autoerotismo, commesso dell’uomo all’interno della propria macchina e alla presenza di una minore, non si poteva considerare depenalizzato, perché la rilevanza penale resta quando esiste il pericolo che un minore possa assistere agli atti osceni e, nel caso esaminato, c’era addirittura la certezza. La Suprema corte non è d’accordo. I giudici delle terza sezione ricordano che l’articolo 527 del codice penale, nel testo modificato in base al Dlgs 8/20016, prevede una sanzione che va dai 5 mila ai 30 mila euro per chi in un luogo, aperto o esposto al pubblico compie atti osceni. La pena della reclusione, da quattro mesi a quattro anni e sei mesi, scatta invece «se il fatto è commesso all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano».

La sentenza

Visualizza

La Cassazione precisa dunque che, anche dopo la depenalizzazione, resta la reclusione ma solo alla condizione che il gesto “punito” sia messo in atto in un luogo «abitualmente frequentato da minori». Nel caso esaminato il ricorrente, poi “assolto” si trovava all’interno della sua vettura in un luogo pubblico e in presenza di una minorenne. Per i giudici manca però un elemento: nulla faceva pensare che il “fattaccio” fosse avvenuto in un luogo dove d’abitudine ci sono dei minori, come ad esempio una scuola. Per la Suprema corte è dunque irrilevante che una ragazza si sia trovata a fare da spettatrice all’esibizione.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...