la piattaforma digitale Lucanya.com gestita dal territorio

«Destinazione Basilicata», privati in rete per il turismo

Obiettivo network di 101 imprenditori, dalla cultura alla gastronomia

di Luigia Ierace

default onloading pic
La Basilicata, sotto l'influenza positiva del palcoscenico di Matera, Capitale Europea della cultura, ha visto gli arrivi aumentare nel 2019 del 5,8%

Obiettivo network di 101 imprenditori, dalla cultura alla gastronomia


3' di lettura

L’hanno chiamata «la carica dei 101», tanti quanti sono gli imprenditori che vorranno investire su «Destinazione Basilicata», una start-up innovativa che intende promuovere le potenzialità turistiche e attrattive della regione. Una grande scommessa, ma anche un’idea coraggiosa e innovativa per dotare la piccola Basilicata di una piattaforma digitale gestita dallo stesso territorio. È una forma di azionariato diffuso e in continua crescita, che coinvolge operatori di ogni settore economico e delle diverse aree della regione, con l’obiettivo comune di dotarsi di strumenti di innovazione per lo sviluppo delle attività economiche e dei territori. Non un sito internet, ma una porta di ingresso alla Basilicata che, attraverso una piattaforma digitale (www.lucanya.com), propone un’esperienza di navigazione del tutto diversa, in cui è possibile acquistare beni e servizi, in una logica di integrazione orizzontale e verticale.

Tutto è partito il 4 luglio del 2018, quando 27 soci fondatori con capitali totalmente privati attraverso un crownfunding si sono autofinanziati (10 mila euro ad azione) per dar vita a un progetto che raccogliesse in unico “territorio digitale“ le migliori espressioni e risorse di turismo, enogastronomia, industria culturale e creativa, artigianato e commercio e, più in generale, beni e servizi di interesse dell’economia di visita. Un’infrastruttura digitale completa che punta su quell’imprenditoria sana che guarda all’on line come un modello imprenditoriale per aggredire qualitativamente i mercati nazionali e internazionali che sono ben strutturati e molto agguerriti. Capitale sociale: 405mila euro.

«Il turismo sta risentendo in maniera consistente dell’effetto Covid-19, pertanto, mai come ora è necessari cogliere Lucanya.com come un’opportunità – ha spiegato il presidente di Destinazione Basilicata, Francesco Garofalo –. I mesi di marzo e aprile, con la Pasqua, appaiono già compromessi. Si spera nella ripresa e nel rilancio nei mesi successivi». L’iniziativa, ha aggiunto, «è uno slancio che i privati hanno voluto dare accanto alla promozione istituzionale. Interagire e creare strategie di rete è determinante per non disperdere le risorse pubbliche ma accrescerne l’efficacia. Una novità rispetto ad altre regioni italiane dove, invece, l’iniziativa è partita dal pubblico e poi sono arrivate le adesioni dei privati». «Una case history, quindi, da emulare – ha detto -. È un working in progress e dal suo avvio è stato un crescendo. Ora siamo arrivati a circa 70 tra imprenditori, non solo turistici, e professionisti lucani, ma contiamo di raggiungere a breve il tetto dei 101 fissato per l’autonomia. Il progetto è alimentato da un modello avanzato di relazione pubblico-privato non più legato ai tradizionali meccanismi della spesa pubblica, ma a forme virtuose di partnership di sviluppo industriale. Sono circa 200 i contratti già sottoscritti con imprese interessate a essere in piattaforma».

Destinazione Basilicata, patrocinata da Confindustria e Camera di Commercio di Basilicata, prevede un’articolata rete di alleanze, a partire dall’Azienda di promozione territoriale (Apt) con cui è in corso un accordo di collaborazione per la promo-commercializzazione, con i Gal, Sviluppo Basilicata e molti Comuni lucani. Opera anche all’interno dell’Hub digitale di San Rocco a Matera e mira a diventare un punto di riferimento per la Basilicata e il Sud in legacy con Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

La piattaforma digitale, realizzata grazie a una partnership con la scale-up italiana Facilitylive, azienda di punta del settore Hi-Tech europeo, permette di esplorare la filiera d’eccellenza dell’enogastronomia lucana, acquistando servizi turistici, prenotando la partecipazione a eventi e fruendo dei tanti servizi quali trasporti, ristoranti, attrattori, guide turistiche, tour organizzati, escursioni, servizi balneari, prenotazioni alberghiere, b&b; ma anche, e questa è una delle novità, servizi alla persona e informazioni di interesse generale a partire da quelle riguardanti l’assistenza sanitaria, contestualmente senza dover scaricare molteplici App.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti