le conseguenze della pandemia

Detto e contraddetto, il coronavirus affonda il Pil e contraddice le previsioni

Il Covid-19 ha stravolto l’economia e tutte le previsioni legate alle performance del prodotto interno lordo. Le caute previsioni fatte nei giorni e nei mesi scorsi sono state contraddette da uno scenario sfavorevole

di Nicoletta Cottone

Detto e contraddetto: il coronavirus affonda il Pil

1' di lettura

Il coronavirus affonda il Pil. Le conseguenze della pandemia hanno influito pesantemente sulle previsioni legate alle performance del prodotto interno lordo. E il -8% che è stato scritto nel Def di fine aprile, che sarà rivisto a settembre, appare lontano dalla triste realtà di un Paese fortemente colpito dal Coronavirus, con oltre 35mila morti e danni all’economia elevatissimi. Gli ultimi dati Istat evidenziano una contrazione del Pil del 12,4% nel secondo trimestre dell’anno, lontane dagli obiettivi del governo. Le caute previsioni fatte nei giorni e nei mesi scorsi sono state contraddette da uno scenario sfavorevole che ha causato una ulteriore contrazione del Prodotto interno lordo. Ecco le previsioni degli ultimi mesi sul Pil e le dichiarazioni che si sono susseguite.

«Basta tatticismi e battaglie di posizionamento politico: sosteniamo il governo nel difficile compito di ridare una prospettiva di sviluppo e di crescita strutturale al Paese (Leader del Pd, 13 febbraio 2020)

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti