RICAVI IN CALO

Deutsche Bank, rosso di 859 milioni nel terzo trimestre

Perdite in crescita a 3,87 miliardi di euro contro i 692 milioni di utili del 2018 e ricav in calo del 15% a 5,26 miliardi. La banca è nel vivo di un pesante piano di ristrutturazione


default onloading pic
Paul Achleitner (Reuters)

1' di lettura

Deutsche Bank chiude il terzo trimestre dell'anno con un rosso di pertinenza dei soci di 859 milioni che si confronta con un utile di 211 milioni nello stesso trimestre del 2018. La principale banca tedesca è alle prese con un draconiano piano di ristrutturazione.

«Nonostante abbiamo lanciato la ristrutturazione più ampia da vent'anni - commenta il ceo Christian Sewing - registriamo profitti nei nostri quattro business core nel trimestre e una crescita degli impieghi e del risparmio gestito». La perdita cumulata dei nove mesi, che tiene conto di 3 miliardi di accantonamenti fatti entro giugno, sale a 3,87 miliardi contro i 692 milioni di utili dei nove mesi del 2018.

I ricavi del trimestre calano del 15% a 5,26 miliardi. Deutsche Bank a fine settembre conta su 89.958 dipendenti, mille in meno rispetto a giugno. Il piano di ristrutturazione punta su un taglio complessivo di circa 18mila addetti. Solo nel 2019 il gruppo ha avviato l’esubero di 4.750 dipendenti.

Il cambio di strategia di Sewing
Lo stesso Sewing sta provando a invertire la rotta del colosso tedesco, dopo anni di ricavi in calo, margini di profitto basso e valore azionario in discesa. Sewing, a quanto scrive Bloomberg, sta provando ad accantonare progetti che si sono rivelati poco redditizi e focalizzarsi su punti di forza storici dell’istituto come i servizi bancari alle imprese. Gli azionisti principali hanno manifestato il proprio assenso, ma l’andamento del titolo ha già scontato i timori del mercato per una «cura» che al momento non si riflette nei ricavi.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...