ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporto merci

Dhl-Fiat Professional: alleanza per la logistica urbana a zero emissioni

Il corriere espresso acquista i primi 100 Fiat E-Ducato, grandi furgoni 100% elettrici con autonomia fino a 370 chilometri

di Marco Morino

2' di lettura

Dhl Express, tra i leader nel trasporto aereo espresso a livello mondiale (i concorrenti sono FedEx e Ups), compie un altro passo nella sua strategia a emissioni zero. L’azienda, parte del gruppo tedesco Deutsche Post, annuncia la partnership con Fiat Professional (gruppo Stellantis) per l'acquisto delle prime 100 unità del nuovo modello Fiat E-Ducato, grandi furgoni al 100% elettrici, con un'autonomia della batteria fino a 370 chilometri in ciclo urbano, che li rendono particolarmente adatti per la logistica dell'ultimo miglio.

Verso l’elettrificazione della logistica

La versione elettrica del Ducato sarà fabbricata nello stabilimento Sevel di Atessa (Chieti), mentre l’installazione del motore elettrico sarà a Torino Mirafiori. Dhl Express, da parte sua, prevede di avere più di 14mila furgoni elettrici in funzione in Europa (Italia compresa) entro il 2030 per ridurre le proprie emissioni di carbonio.

Loading...

Una scelta che va nella direzione indicata, per esempio, da città come Milano, dove il Comune punta a incentivare la logistica urbana e la consegna delle merci a zero emissioni, utilizzando esclusivamente mezzi elettrici o cargo-bike.

Dice Alberto Nobis, Ceo di Dhl Express Europe: «Crediamo fermamente che il futuro della logistica dell'ultimo miglio sia elettrico. Con Fiat Professional e con gli E-Ducato abbiamo trovato quello che cercavamo».

In Europa Dhl Express collega consumatori e aziende in più di 60 Paesi e territori facendo affidamento su una flotta di ritiro e consegna composta da circa 500 furgoni elettrici, attivi principalmente nelle regioni urbane e 14mila veicoli non elettrici. A causa dell’elevata domanda dei clienti per le consegne espresse internazionali, la società prevede che la sua flotta europea dell'ultimo miglio crescerà fino a circa 20mila furgoni entro il 2030. Per Dhl Express la partnership strategica con Fiat rappresenta una ulteriore evoluzione delle misure fino a ora già intraprese per la sostenibilità. L'azienda utilizza le cargo-bike in metropoli come Barcellona, Copenaghen, Francoforte e molte altre e collega le sue strutture di distribuzione nei centri urbani di Londra e Amsterdam via barca per ridurre il volume del traffico cittadino e le emissioni di CO2.

Investimenti per 7 miliardi di euro

Il gruppo Dhl sta già investendo un totale di 7 miliardi di euro entro il 2030 in misure per ridurre le proprie emissioni. Oltre all'elettrificazione dei veicoli, gli investimenti andranno in particolare verso una ricerca di carburanti alternativi per l’aviazione e per avere edifici costruiti secondo i principi di sostenibilità ambientale, sicurezza e benessere dei propri dipendenti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti