la rincorsa sui temi della lega

Di Maio: via chi non ha diritto, da Rom a CasaPound


A Torre Maura piazze divise dopo proteste anti-nomadi

2' di lettura

«I fatti di questi giorni, che stanno coinvolgendo alcune periferie, evidenziano un chiaro problema di ordine pubblico. Il superamento dei campi Rom è doveroso. Non perché siano Rom o meno, ma perché è una questione di giustizia. La legge vale per tutti. Superiamo i campi Rom, subito. E sgomberiamo CasaPound, così come chiunque occupi in modo illegittimo un'abitazione o uno stabile già assegnato a chi ne ha realmente bisogno». A prendere posizione via Facebook su due dossier caldi della Capitale - la gestione dei campi nomadi e le occupazioni di immobili promosse da un partito dell'ultradestra - è il vicepremier Luigi Di Maio.

«Questo dev'essere un messaggio molto chiaro. Ed è lo stesso messaggio che andrebbe inviato a chi, nella stessa forma, compie abusi occupando illegittimamente un edificio pubblico o privato. Credetemi, la legge a volte è così
chiara che basta applicarla. E per me vale solo la legge. Ci sono dei campi Rom che sono realtà vergognose? Vanno superati, come tra l'altro sta facendo Virginia Raggi, che proprio lo scorso anno ne ha chiuso uno!», si legge nel post firmato dal capo politico pentastellato, pubblicato a pochi giorni dalle manifestazioni di protesta dei cittadini di Torre Maura, alla periferia est di Roma, contro il tentativo dell''amministrazione capitolina di trasferire un gruppo di famiglie Rom in una struttura di accoglienza della zona.

GUARDA IL VIDEO: I panini per i rom calpestati, Torre Maura applaude CasaPound

Nel suo intervento Di Maio punta a contrapporsi all'alleato Matteo Salvini sia sul tema dei nomadi sia su quello degli immobili occupati. In questo caso, puntando sulla contraddizione tra la politica della tolleranza zero sostenuta dal Viminale e il mancato inserimento della sede di Casapound a Roma nella lista degli immobili da sgombrare in via prioritaria. E suggerisce soluzioni per due problemi annosi negli ultimi mesi al centro della cronaca della Capitale. «Nei campi ci sono famiglie che si dichiarano nulla tenenti e poi girano in auto lussuose? Gli mandiamo la Guardia di Finanza! Ci sono altri stabili occupati da chi non ne ha diritto? Vanno sgomberati anche quelli! Tempo fa, ad esempio, avevo sentito parlare di priorità o meno in merito allo sgombero dell'edificio occupato da CasaPound in pieno centro a Roma. Si era detto che non era prioritario sgomberarlo perché in ordine e pulito, non in condizioni fatiscenti. Scusate, quindi se io ho una casa e qualcuno me la occupa ma la tiene pulita devo starmene zitto? Ma stiamo scherzando? Cominciamo ad applicare la legge, tenendo sempre in considerazione eventuali condizioni di fragilità sociale e di famiglie in difficoltà, ovviamente», conclude il vicepremier.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...