AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùdiagnostica in borsa

Diasorin al top: perde gara dei test Covid in Italia, ma c'è l'ok per venderli in Usa

Il gruppo vercellese ha ottenuto dalla Food and Drug Administration americana il via libera per la commercializzazione negli Stati Uniti dei test sierologici

di Andrea Fontana

default onloading pic
(Aerial Mike - stock.adobe.com)

Il gruppo vercellese ha ottenuto dalla Food and Drug Administration americana il via libera per la commercializzazione negli Stati Uniti dei test sierologici


2' di lettura

Diasorin tocca i massimi storici sopra quota 165 euro per azione grazie al via libera da parte della Food and Drug Administration americana (l'ente governativo che regola i prodotti farmaceutici e alimentari) alla commercializzazione negli Stati Uniti del test sierologico messo a punto con il Policlinico San Matteo di Pavia.

Finanziamenti federali dagli Usa
DiaSorin - come annunciato sabato 25 aprile - ha inoltre ricevuto finanziamenti volti a rendere il test disponibile sul territorio statunitense dalla Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA), l’ente federale del Dipartimento Americano per la salute, cui compete il monitoraggio e l’identificazione di soluzioni mediche e diagnostiche per fronteggiare emergenze sanitarie negli Stati Uniti. Le quotazioni salgono del 2% alla Borsa di Milano.

Il Governo italiano sceglie Abbott
Il test era stato scelto nelle scorse settimane dalla Regione Lombardia mentre, a sorpresa, a livello nazionale il Governo, su 72 soggetti in gara, ha affidato alla multinazionale americana Abbott la fornitura di un primo lotto da 150mila test sierologici da effettuare sulla popolazione italiana. Secondo gli analisti di Equita Sim comunque, la domanda di test sul Covid-19 sarà così alta nel breve termine da non modificare in modo significativo le prospettive di volumi per Diasorin anche se alzerà presumibilmente la competizione sul prezzo.

Per analisti Mediobanca dai test 90mln di ricavi 2020
Secondo gli analisti di Mediobanca Securities, se l'assegnazione a Abbott rappresenta una notizia negativa per Diasorin tuttavia il gruppo è già impegnato con alcune Regioni nella fornitura dei test e inoltre non si esclude che Diasorin possa ottenere dal Governo altre commesse in futuro. La casa di investimento si aspetta che Diasorin produca 3 milioni di test al mese che generino circa 90 milioni di ricavi nel 2020. Altre case di investimento fanno notare che comunque la gara iniziale del Governo italiano era relativa a un numero contenuto di test, mentre già la fornitura per la Lombardia sarà molto più consistente.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti