AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùFarmaceutici

Diasorin vola, analisti promuovono il titolo dopo conti 2021

Per il 2022 prevede ricavi in linea all'anno appena chiuso. Non prevede impatti negativi dal conflitto in Ucraina

di Paolo Paronetto

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Balzo di Diasorin a Piazza Affari, dove i titoli del gruppo mettono a segno la migliore prestazione del FTSE MIB all'indomani della pubblicazione dei conti 2021. Il gruppo, grazie anche all'acquisizione di Luminex, ha chiuso lo scorso esercizio con una crescita dell'utile netto del 25,1% a 310,7 milioni, a fronte di ricavi aumentati del 40,4% a quota 1,23 miliardi. «Tale risultato - ha precisato il gruppo - è leggermente superiore alla guidance che prevedeva una crescita pari al 40% a tassi di cambio costanti».

Per quanto riguarda la guidance 2022, DiaSorin prevede ricavi sostanzialmente in linea con quanto registrato nell'esercizio 2021 (circa -2%), di cui relativi ai prodotti Covid-19 in calo a circa 150 milioni e ricavi ex-Covid in crescita del 24% circa. L'ebitda marginè atteso circa al 35%. Sul fronte dell'attuale situazione geopolitica, inoltre, DiaSorin non prevede impatti negativi dalla guerra tra Ucraina e Russia, non essendo «significativamente esposta in queste aree». Sulla scorta di questi numeri, il cda proporrà quindi la distribuzione di un dividendo ordinario da 1,05 euro per azione, pari a 57,49 milioni complessivi.

Loading...

I risultati del 2021 sono «migliori delle attese», mentre la guidance 2022, è «confermata», sottolineano gli analisti di Equita, che hanno alzato la raccomandazione sul titolo a «buy» con target price a 158 euro. Promozione anche da Banca Akros, che ha alzato il giudizio a «buy» da «accumulate», con target a 172 euro. «Crediamo che i risultati siano migliori delle previsioni soprattutto grazie alla buona performance di Luminex nell'ultimo trimestre dell'anno e a vendite legate al Covid lievemente superiori alle stime, che hanno avuto impatti positivi sulla redditività operativa», notano infine gli esperti di Intesa Sanpaolo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti