ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùImposte sulla casa

Dichiarazione Imu, scadenza da allineare alla presentazione del modello aiuti Covid

Al momento resta ferma al 31 dicembre 2022 la scadenza della presentazione della dichiarazione Imu

di Francesco Giuseppe Carucci

Dimore storiche volano per la ripresa sociale-economica del Paese

2' di lettura

Al momento resta ferma al 31 dicembre 2022 la scadenza della presentazione della dichiarazione Imu. Sarebbe opportuno, tuttavia, un aggiornamento del modello dichiarativo allineando la scadenza al 31 gennaio 2023, termine fissato per la presentazione dell'autodichiarazione degli aiuti di Stato. Con la concessione della eccezionale possibilità di dichiarare le esenzioni fruite nel 2020 in dipendenza dalle norme pandemiche.

Il modello del Mef

Il modello approvato a luglio 2022 dal Mef non pone i Comuni nella condizione di collocare le esenzioni nel Registro nazionale degli aiuti di Stato e nei registri Sian e Sipa per agricoltura e pesca. I benefici, in quanto concessi nell'ambito del Temporary Framework, costituiscono aiuti di Stato. Il problema sorge poiché il modello, oltre ad aver previsto la casella «Esenzione quadro temporaneo Aiuti di Stato», non richiede l'indicazione di altri elementi indispensabili per la registrazione: in primis settore di fruizione dell'aiuto e codice Ateco dell'attività meritevole di esenzione. L'autodichiarazione da presentare alle Entrate, per le esenzioni Imu non richiede l'indicazione del settore di fruizione e del codice Ateco per cui, nonostante debba essere resa disponibile ai sindaci, non potrà essere d'aiuto. Il problema, preso sotto gamba, resta ai contribuenti.

Loading...

Non solo perché, in virtù del'articolo 17, comma 2, del Dm Mise 115/2017, l'inadempimento degli obblighi di registrazione negli appositi registri «determina l'illegittimità della fruizione dell'aiuto individuale», ma anche alla luce della disposizione di cui all'articolo 31-octies, comma 1, del Dl 137/2020 che ha esonerato dalla responsabilità patrimoniale, conseguente alla mancata registrazione degli aiuti nel periodo 2020/2023, i soggetti che ne sono onerati (i comuni nel caso delle esenzioni Imu).

L’aggiornamento

L'aggiornamento del modello potrebbe essere di impulso per ulteriori chiarimenti. Tra le agevolazioni, non si dichiara l'esenzione per l'abitazione principale. Come per il passato, tuttavia, le istruzioni alla compilazione dell'attuale modello precisano che va dichiarato l'immobile da considerare abitazione principale in caso di nucleo familiare con più abitazioni. Tale prescrizione dovrebbe intendersi superata a seguito della declaratoria di illegittimità costituzionale di cui alla sentenza della Consulta 209 del 13 ottobre 2022 in virtù della quale, ai fini dell'agevolazione Imu, rilevano residenza e dimora del solo soggetto passivo indipendentemente dalla condizione dei familiari.

Resta ancora da chiarire, inoltre, il perimetro dell'obbligo dichiarativo per l'esenzione sui fabbricati merce. Nel corso di Telefisco 2020, il Dipartimento delle Finanze aveva chiarito che la dichiarazione non fosse più costitutiva del beneficio in quanto non più prevista «a pena di decadenza». Posizione che per alcuni risulta compromessa dall'ordinanza 5190/2022, relativa però alla previgente Imu, nella cui disciplina la legge ancorava effettivamente il beneficio alla presentazione della dichiarazione.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti