Apprendimento attivo

Digitale e arte per insegnare (e appassionare) le materie scientifiche

Il Museo Scienza e tecnologia di Milano avvia con Fondazione Rocca un progetto per stimolare l’interesse per le Stem in maniera innovativa

3' di lettura

Gli inventori del futuro o inventori di futuro? Si gioca su questa ambiguità derivante dalla lingua inglese la nuova iniziativa del Museo nazionale scienza e tecnologia di Milano insieme alla Fondazione Rocca: Future Inventors è il progetto che punta a potenziare l'apprendimento delle materie Stem con un'ibridazione tra scienza e arte, digitale e fisico.

Nel sistema scolastico italiano, emerge sempre più forte la necessità di dotarsi di una strategia educativa perché la ripresa scolastica possa guardare al futuro. Nell'ambito del dibattito intorno all'educazione alle materie Stem (scienza, tecnologia, engineering e matematica) e alle competenze del 21° secolo trovano posto anche le competenze digitali, che sono una grande emergenza e una delle sfide prioritarie per aumentare la competitività del nostro sistema e per creare una consapevolezza e uno spirito critico sul ruolo della tecnologia e delle sue applicazioni nella vita delle persone.

Loading...

In questo scenario, il progetto Future Inventors nasce per rispondere a bisogni e domande che il mondo della scuola pone da tempo. Grazie alla visione e al sostegno di un industriale e filantropo attento all'educazione, il progetto definisce e mette a disposizione un approccio all'insegnamento e all'apprendimento che, attraverso una serie di risorse educative originali, attività di formazione per insegnanti ed esperienze per gli studenti, mira a contribuire all'educazione alle Stem.

L'iniziativa è riservata alla scuola secondaria di I grado, vale a dire i ragazzi tra 11 e 13 anni, quell’età in cui si determinano di massima le scelte decisive per il futuro professionale e, soprattutto, in cui si sviluppano le passioni tematiche dei giovani.ù

Future Inventors propone un processo di apprendimento, dedicato agli insegnanti e ai loro studenti oltre che al pubblico del Museo, basato sulla contaminazione originale fra Stem e arte, digitale e analogico, fisico e virtuale che si fondono nello stesso ambiente: la cultura digitale, così vicina alla quotidianità dei ragazzi, viene usata per attivare nuove connessioni e comprensioni e diventa lo strumento che permette di esplorare contenuti scientifici e aspetti di metodo.

Il percorso di Future Inventors, inaugurato a inizio dicembre, si articola attraverso tre diverse fasi. In primo luogo il catturare, invitando insegnanti e studenti a partecipare attivamente, mediante l'uso di installazioni artistiche in cui immersione ed esperienza estetica stimolano all'impegno dei sensi, del corpo, delle emozioni, spesso in modi inattesi e con un impatto forte e immediato.

Poi subentra l'approfondimento dei concetti Stem connessi all'esperienza vissuta nella fase precedente attraverso il lavoro di indagine e di sperimentazione che aiuta a capire le loro caratteristiche e costruire le conoscenze e competenze necessarie a consentire la riproduzione in altri contesti dei concetti imparati.

Infine, come tutte le iniziative del museo milanese, c'è la possibilità di manipolare contenuti e strumenti a partire dalle conoscenze, competenze ed esperienze sviluppate nelle fasi precedenti mediante lo sviluppo di un proprio progetto all'insegna dell'auto-espressività e della narrazione individuale.

Il progetto prevede anche un percorso di formazione apposito per i docenti prima dell'attività laboratoriale, con la possibilità di proseguire le attività anche dopo la visita.

Dopo la fase di ricerca e sviluppo e la co-progettazione con un gruppo di insegnanti esperti, il progetto Future Inventors prevede una prima fase iniziale di sperimentazione mediante il coinvolgimento di cinque scuole lombarde che, per tutto l'anno scolastico 2021-2022, partecipano al percorso di formazione in Museo e a scuola con insegnanti dell'area sia scientifica che artistica e le relative classi.

Le scuole coinvolte sono: I.C.P. Thouar e L. Gonzaga, I.C. Luigi Chiesa di Spino D'Adda - Dovera, Educandato Statale Emanuela Setti Carraro Dalla Chiesa, Istituto Leone XIII, e Collegio San Carlo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti