ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùindustrial

Dimissioni a sorpresa del ceo di Cnh Industrial, Elkann esprime sostegno al Gruppo

La notizia diffusa in una nota dall’azienda, tra i principali produttori di mezzi commerciali, agricoli e industrial - Titolo in calo in Borsa

di Filomena Greco

La notizia diffusa in una nota dall’azienda, tra i principali produttori di mezzi commerciali, agricoli e industrial - Titolo in calo in Borsa


3' di lettura

Dimissioni a sorpresa del ceo di Cnh Industrial. La notizia è stata diffusa in una nota dal Gruppo controllato da Exor, tra i principali produttori di mezzi commerciali, agricoli e industriali. L’uscita di scienza del cfo Max Chiara era nell’aria da qualche giorno, mentre le dimissioni del ceo Hubertus Mühlhäuser sono arrivate come una doccia fredda per il gruppo che fa capo ad Exor e leader nel settore dei veicoli commerciali, dei mezzi agricoli e industriali.

E così nel pieno della crisi mondiale innescata dal Covid-19 uno dei principali produttori al mondo si trova costretto a correre ai ripari. Il Consiglio di amministrazione ha da poche ore annunciato la nomina di Suzanne Heywood come Chief Executive Officer pro tempore, in aggiunta al suo ruolo di Presidente del Consiglio stesso, «per guidare il business attraverso l'attuale eccezionale periodo e fino a quando il nuovo ceo definitivo sarà stato identificato attraverso un approfondito processo di ricerca».

In mattinata John Elkann, a capo della holding della famiglia Agnelli, ha espresso pieno sostegno al Gruppo. «Come azionista principale della società - sottolinea - continuiamo a sostenere con forza il futuro e il successo di Cnh Industrial». Tempi straordinari, aggiunge Elkann, «richiedono una leadership chiara ed efficace come quella che, siamo certi, Suzanne Heywood porterà al suo nuovo ruolo di ceo».

La risposta della Borsa alla notizia è stata pesante, con un calo a Milano che ha superato in alcuni momenti quota meno 10% per il titolo. Il Cda di Cnh Industrial dunque ha raggiunto una decisione unanime e accettato le dimissioni dall’incarico di Mühlhäuser, che ha lasciato il Gruppo con effetto immediato, dopo aver firmato il nuovo piano industriale, presentato a New York a settembre scorso, e a meno di due anni di lavoro a capo dell’azienda.

Riunitosi sotto la guida del ceo pro-tempore, il Cda di Cnh Industrial ha anche approvato all’unanimità la nomina di Oddone Incisa in qualità di Chief Financial Officer al posto di Max Chiara, in aggiunta al suo ruolo attuale di President, Financial Services. Il Chief Financial and Sustainability Officer uscente rimarrà a disposizione per sostenere la transizione del nuovo Cfonel corso delle prossime due settimane, al termine delle quali lascerà CNH Industrial per un nuovo ruolo. «Max è stato un collaboratore leale e apprezzato nel corso dei suoi 13 anni con il Gruppo. Gli auguriamo ogni successo per i suoi futuri incarichi», ha commentato Suzanne Heywood.

Confermato inoltre il sostegno del Cda alla strategia “Transform 2 Win” del Gruppo, incluso lo spin- off delle attività “On-Highway” di Cnh Industrial (segmenti veicoli commerciali e powertrain), che saranno separati in una società quotata al fianco delle attività “Off-Highway” del Gruppo (segmenti agricoltura, costruzioni e veicoli speciali).

Secondo gli esperti di Equita, interpellati da Radiocor, i motivi delle dimissioni restano tutti da chiarire. “Riteniamo possa essere attribuibile al business plan quinquennale presentato lo scorso settembre che da subito ci era apparso ambizioso e difficilmente realizzabile per la limitata visibilità macro”. Le prime difficoltà, secondo Equita, sarebbero emerse già a febbraio con la pubblicazione dei risultati per il 2019, con la prospettiva di un primo semestre 2020 difficile. Con gli effetti della pandemia Covid-19 secondo Equita il piano risulterebbe definitivamente compromesso, anche se lo spin-off di Iveco (insieme a Powertrain) resta comunque un obiettivo da realizzare entro gennaio prossimo.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti