ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPubblica amministrazione

Dirigenti pubblici, pubblicato il bando per il nuovo corso-concorso Sna: 352 posti in palio

Tra gli ammessi saranno selezionati 294 dirigenti destinati alla presidenza del Consiglio e ad altre amministrazioni centrali

Articolo aggiornato il 31 dicembre 2022 alle ore 10

(Gaetano Lo Porto / AGF)

2' di lettura

Nuovo anno, nuovo corso-concorso della Scuola nazionale dell’amministrazione per dirigenti pubblici. È stato pubblicato il 30 dicembre in Gazzetta Ufficiale il bando per l’ammissione di 352 allievi, tra i quali saranno selezionati 294 dirigenti per la presidenza del Consiglio dei ministri, diversi ministeri e Agenzie, Inps, Inail e Ispettorato nazionale del lavoro.

I requisiti per partecipare

Il decreto di autorizzazione del nono corso-concorso è stato firmato dal ministro per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, di concerto con il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti. Al corso-concorso potranno partecipare i dipendenti delle pubbliche amministrazioni in possesso dei requisiti previsti dall’ordinamento e tutti coloro che hanno conseguito una laurea magistrale e un dottorato di ricerca o un diploma di specializzazione o un master universitario di II livello. Per candidarsi basterà accedere al portale inPA del Dipartimento della Funzione pubblica.

Loading...

La “prima volta” delle linee guida per l’accesso alla dirigenza

Il bando mette in pratica per la prima volta le Linee guida per l'accesso alla dirigenza pubblica approvate con decreto del ministro per la Pubblica Amministrazione del Governo Draghi, Renato Brunetta, lo scorso 28 settembre, sulla base delle proposte della Sna, dopo l'intesa acquisita in Conferenza Unificata. Il cuore delle nuove direttive consiste nella valutazione, per i futuri dirigenti, non solo del “sapere”, ma anche del “saper fare” e del “saper essere”, da accertare non solo attraverso le classiche prove scritte, ma anche attraverso prove situazionali e colloqui motivazionali.

Zangrillo: «Capitale umano vera sfida per Pa efficiente»

«Ripensiamo le modalità di selezione per rispondere alle nuove sfide della Pubblica amministrazione», sottolinea il ministro per la Pa, Paolo Zangrillo . «Con il corso-concorso le amministrazioni rafforzeranno le proprie capacità grazie a dirigenti in grado di valorizzare il capitale umano, che è la vera sfida per avere una Pa efficiente, e dotati di competenze orientate alla creazione di valore pubblico. Le nuove prove prevedono criteri, ispirati a quelli utilizzati dalle migliori organizzazioni, in grado di valutare anche capacità, attitudini e motivazioni individuali oltre alle nozioni teoriche.

Severino: «Un bando ogni anno, promessa mantenuta»

Esprime soddisfazione la presidente della Scuola nazionale dell’amministrazione, Paola Severino: «Sono particolarmente lieta di aver potuto tener fede alla promessa che avevo fatto, quando sono stata nominata presidente della Sna, di bandire un corso-concorso ogni anno. Si tratta di una modalità di selezione particolarmente innovativa perché, oltre alle conoscenze, valuta per la prima volta anche le competenze, come la promozione del cambiamento e la soluzione dei problemi. Il mantenimento della cadenza annuale consentirà inoltre di scegliere davvero i migliori, promuovendo il merito e stimolando l'orgoglio di appartenere alla Pa».

Appena concluse le prove orali dell’ottavo corso-concorso

Il precedente corso-concorso (l’ottavo) per l’ammissione di 315 allievi, tra cui selezionare 210 dirigenti, è partito a marzo del 2022, con lo svolgimento della prova pre-selettiva, ed è proseguito a maggio con le due prove scritte. Il 6 dicembre si sono concluse le prove orali.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti