ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùmedia

Diritti Tv, ok della Lega Serie A ai piani di rientro di Dazn e Img

Sostanzialmente accettate dalla Lega Serie A le proposte di Dazn e Img con i rispettivi piani di rientro per il mancato versamento dell’ultima rata della stagione. Si va verso la finalizzazione

di Andrea Biondi

Serie A, Gravina: "Calcio coerente, playoff piano B"

Sostanzialmente accettate dalla Lega Serie A le proposte di Dazn e Img con i rispettivi piani di rientro per il mancato versamento dell’ultima rata della stagione. Si va verso la finalizzazione


2' di lettura

Fra Lega Serie A da una parte e Dazn e Img dall’altra non finirà per vie legali. A quanto risulta al Sole 24 Ore le proposte sui piani di rientro per l’ultima rata non pagata sono arrivate in Lega nella giornata di oggi 5 giugno e sono state giudicate rispondenti nei tempi e nei termini. Quindi ora manca solo la finalizzazione pratica ma l’accordo è da darsi sostanzialmente per raggiunto.

Si chiude così una querelle esplosa in conseguenza dell’emergenza coronavirus e dello stop prolungato dei campionati di cui i tre assegnatari dei diritti audiovisivi per il 2018-21 – Sky, Dazn e Img (l’agenzia Usa che detiene i diritti internazionali) – hanno chiesto, in vario modo di tenere conto.

Per quanto riguarda Sky, dinanzi allo sconto richiesto(variabile fra 120 e 255 milioni) dalla Lega Serie A hanno risposto con le maniere forti. E c'è un conteggio che circola: Sky ha pagato per l'82% della competizione e finora se ne è disputato il 68%. Al raggiungimento della quota pagata, in via Rosellini si ventila la possibilità di staccare il segnale. Si vedrà, anche perché la misura è drastica e foriera di contenziosi infiniti

Invece per ciò che concerne Dazn e Img erano state presentate proposte di dilazione. La situazione però anche in questo caso ha rischiato di precipitare dopo che la scorsa settimana le due società avevano inviato all’associazione dei club del massimo campionato piani di rientro condizionati alla conclusione del campionato.

Condizione, questa, ritenuta irricevibile dalla Lega Serie A. al niet e alla minaccia di utilizzare le maniere forti sono così giunte le altre proposte e l’ok finale. Prendendo il caso di Dazn, ad esempio, a quanto Il Sole 24 Ore ha potuto verificare, nella proposta del 5 giugno 2020 – è una missiva a firma di Jacopo Tonoli, chief commercial officer di Dazn Limited – la proposta è di pagare il 75% del dovuto (24,1 milioni) entro il 27 giugno e per i mancanti 8 milioni dell’ultima rata il termine viene portato al 20 luglio.

La richiesta di Dazn si spinge a considerare anche la partenza della nuova stagione la cui prima rata va versata entro l’1 luglio. La società che fa capo alla Perform del magnate Len Blavatnik ha chiesto di posticipare al 31 luglio questa scadenza.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti