IL LUNEDI DEL SOLE 24 ORE

Diritto all’oblio nel web: così si tutela la propria identità

A questa nuova forma di diritto che stenta ad affermarsi è dedicata la Guida rapida «Internet e privacy – Il diritto all’oblio» in uscita lunedì 2 dicembre con l’Esperto risponde del Sole24Ore


default onloading pic

2' di lettura

Dimenticanza, abbandono e anonimato sono tre sinonimi di oblio. Eppure, questi termini trovano difficilmente applicazione concreta sul web se qualcuno, personaggio pubblico o cittadino comune, chiede la cancellazione delle informazioni che lo riguardano, pur avendone diritto. I motori di ricerca sono i ragni di Internet che tessono la tela e chi finisce impigliato è come l’insetto: rischia di non riuscire a liberarsi totalmente.

A questa nuova forma di diritto che stenta ad affermarsi è dedicata la Guida rapida “Internet e privacy – Il diritto all’oblio” in uscita lunedì 2 dicembre con l’Esperto risponde del Sole24Ore. Partendo dalla sentenza della Corte di Giustizia europea che nel 2014 ha sancito il diritto all’oblio la Guida rapida spiega – punto per punto – a quali condizioni e criteri è possibile presentare domanda di cancellazione delle notizie.

Nella Guida rapida viene spiegata l’esigenza di bilanciare la libertà d’informazione con la riservatezza. Come vengono descritte l’importanza del fattore tempo e dell’interesse pubblico di una notizia. Ma non viene trascurato il fatto che, anche con sentenza favorevole, nella pratica la rimozione dei dati rimane molto ridimensionata perché manca una convenzione internazionale che la imponga. Basti pensare che negli Usa non c’è una legge che preveda l’oblio e, quindi, l’effetto di una sentenza resta valido e applicabile in ambito Ue ma non altrove. Significa che basta cambiare l’estensione di un motore di ricerca o collegarsi da uno Stato extra Ue per veder riaffiorare tutti i risultati per i quali è stata ottenuta la deindicizzazione.

Un’intera pagina della Guida rapida è dedicata alla procedura da seguire e agli strumenti a disposizione dell’utente che decide di far valere il diritto all’oblio (seppur dimezzato).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...