ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùmedia

Discovery+ sbarca su Timvision, l’intrattenimento nella sfida dello streaming

La piattaforma di Tim propone, accanto ai suoi contenuti, anche il nuovo servizio streaming globale del gruppo Discovery, terzo editore per share in Italia e specializzato nel “real life entertainment”

di Andrea Biondi

3' di lettura

Discovery+ sbarca su Timvision. il nuovo servizio streaming del gruppo Usa – proprietario fra le varie cose di Eurosport e terzo editore per share in Italia, specializzato nel “real life entertainment” – sbarca sulla piattaforma di casa Tim che con questa operazione va ancora di più a consolidare il suo ruolo di hub di contenuti. Come accaduto per Disney+, Timvision avrà Discovery+ all'interno, per un accesso “privilegiato”, anche se poi al servizio streaming di Discovery già ora si può accedere da tutti i device mobili, tablet, pc, smart Tv,

I numeri del Vod in Italia

Per Discovery+ l’avvio della partnership con Tim rappresenta la definitiva entrata nell’arena dello streaming on demand che secondo gli ultimi dati di uno studio Ey – condotto in collaborazione con Discovery e Fastweb e che prende in esame Netflix, Amazon Prime Video, Disney+, Timvision, Infinity, Now Tv, Eurosport Player; Apple+ e Dazn – vede in Italia 10,7 milioni di abbonamenti alle piattaforme pay di video on demand (Vod). Tutto questo a fronte di 16,2 milioni di utenti (un abbonamento può essere fruito da più persone) e 7 milioni di sottoscrittori unici “paganti”. Rispetto all'inizio dell'anno si tratta quindi di 2,1 milioni di abbonamenti in più; 2,4 milioni di utenti in più e 900mila sottoscrittori paganti in più. Insomma, numeri che fanno pensare a un fenomeno in consolidamento che in prospettiva potrebbe giovarsi anche di altre condizioni a favore, come l'aggiungersi di ulteriori players da Oltreoceano.

Loading...

La dote di Discovery+ per Timvision

Quanto a Discovery+, porterà in dote a Tim, spiega una nota, 8mila ore di intrattenimento, 3mila ore di serie complete e 2.300 ore di contenuti in anteprima digitale. Peraltro su Timvision sono già disponibili i nove canali lineari gratuiti di Discovery: Nove, Real Time, Dmax, Giallo, Food Network, Hgtv – Home&Garden TV, Motor Trend, Frisbee e K2, oltre ai migliori contenuti on demand disponibili per 7 giorni in piattaforma.

Il traino delle Olimpiadi

L'accordo tra le due aziende si rinnova anche sul fronte dello sport. Su Timvision, infatti, grazie all'offerta Eurosport sarà possibile vedere ogni istante dei Giochi Olimpici di Tokyo, in programma nell'estate 2021. Olimpiadi di cui Tim sarà anche Official Mobile Broadcaster. L'offerta sportiva di Eurosport, inoltre, include 3 tornei del Grande Slam di tennis, il basket di Serie A, l'Eurolega e le altre competizioni europee, i Grandi Giri di ciclismo e tutte le Classiche, gli sport invernali tra cui ad esempio Mondiali di sci di Cortina che inizieranno l'8 febbraio e i Giochi Olimpici invernali del 2022, il golf e molto altro.

Modello basato sull’entertainment

Si comprende bene come la scommessa di Discovery sia farsi spazio anche in un contesto in cui Netflix e Amazon Prime su tutti si stanno imponendo in Italia nel video on demand. La convinzione dei vertici Discovery è che ci sia spazio, con una piattaforma Discovery+ differente dai colossi di film e serie. La scommessa di Discovery fa leva sulla reality Tv, i programmi cosiddetti non scripted, che non contano su sceneggiature e spesso elevati costi di produzione. Un modello di business costruito su un mix di spettacoli da tenere spesso in sottofondo, da guardare anche distrattamente. Che non stimolano ipnosi da binging, da abbuffate di una puntata dietro l'altra. Documentari, fai da te, cucina, l'incarnazione streaming della Tv basata sulla realtà. Il gruppo non ha reso esplicito un target di audience e crescita, ma ha fatto sapere di prevedere un significativo appetito per il suo menù, con decine di milioni di abbonati nel prossimo futuro.

I reciproci vantaggi per Discovery e Tim

«Siamo entusiasti di dare il via al nuovo accordo con Tim, uno straordinario partner con cui già da molti anni abbiamo una solida e proficua relazione», commenta Alessandro Araimo, amministratore delegato di Discovery Italia. «Siamo orgogliosi che Discovery+ abbia scelto Tim per il suo lancio in Italia. Questa partnership si inserisce nella strategia di alleanze con grandi player internazionali che Tim sta portando avanti per consolidare Timvision come la piattaforma più completa del mercato dei contenuti in Italia», afferma dal canto suo Antonella Dominici, Responsabile Timvision and Entertainment Products di Tim.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti