il premier: ora onesti in regola

Dl fisco, Conte: in prospettiva inasprimento pene per reati fiscali

Decreto fiscale, salta il condono: si potrà regolarizzare solo il dichiarato

1' di lettura

«Abbiamo completato questa riforma che consentirà alle persone oneste di mettersi in regola, di pacificarsi con l’amministrazione finanziaria. Lavoriamo per questo». Così il premier Giuseppe Conte spiega le novità introdotte con gli emendamenti al decreto fiscale, il giorno dopo il vertice notturno a Palazzo Chigi. E annuncia che «in prospettiva introdurremo anche l’inasprimento delle pene per quanto riguarda i reati fiscali e completeremo il disegno di riforma fiscale».

GUARDA IL VIDEO: Decreto fiscale, salta il condono: si potrà regolarizzare solo il dichiarato

Loading...

«Dichiarazione integrativa non serve più»
“Sono qui - ha premesso Conte ai cronisti che lo aspettavano davanti a Palazzo Chigi - per riassumere quello che è successo ieri sera. Come sapete, tornato da Abu Dhabi siamo entrati in riunione, fissata per fare il punto anche politico sui vari emendamenti riguardanti il decreto fiscale. Abbiamo convenuto di introdurre una nuova previsione che riguarda la possibilità di sanare le irregolarità meramente formali. Quindi abbiamo completato quello che è i disegno di pacificazione fiscale, che servirà a introdurre questa riforma organica e questa semplificazione».

GUARDA IL VIDEO: Manovra: arriva la sugar tax, la tassa sulle bibite super zuccherate

«Nell’ambito della stessa riunione- ha continuato il premier - abbiamo anche valutato, alla luce delle varie agevolazioni che abbiamo introdotto e di quest’ultima previsione sulla sanatoria delle irregolarità fiscali formali, che non c'era necessità di mantenere in vita quella dichiarazione integrativa, che riguardava anche il non dichiarato».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti