entro il 16 dicembre

Frontex cerca 700 doganieri europei, stipendi da 2.700 euro in su

Candidature entro il 16 dicembre, stipendi netti da 2700 euro in su

di Beda Romano

Migranti, Conte: dubbi che rafforzamento Frontex non sia utile

2' di lettura

BRUXELLES (Dal nostro corrispondente) – Un esercito europeo è per molti una speranza, per alcuni una illusione, per altri una calamità. Certo, l’Unione europea è ancora lontana dal raggiungere questo obiettivo. Eppure i primi funzionari europei in uniforme sono ormai dietro l’angolo. Frontex, l’agenzia comunitaria incaricata di coordinare tra i Paesi membri il controllo delle frontiere, ha appena lanciato una campagna di reclutamento di 700 doganieri comunitari. Chi è interessato può presentare domanda entro il 16 dicembre.

«Oggi è un giorno particolare per Frontex – ha spiegato Fabrice Leggeri, il direttore dell’agenzia con sede a Varsavia –. Per la prima volta, Frontex avrà i propri funzionari in uniforme, al servizio dell’Europa. Potremo aiutare i Paesi membri alla frontiera in vari modi con i nostri funzionari e il nostro equipaggiamento». I 700 nuovi doganieri saranno chiamati a collaborare con gli Stati membri e in alcuni casi saranno dispiegati nei Paesi extra-europei che hanno firmato particolari accordi con Bruxelles.

Loading...

Sul proprio sito, Frontex offre numerose informazioni a chi è interessato a una carriera dedicata alla protezione delle frontiere dell’Unione. Il contratto sarà di cinque anni, con un periodo di prova di nove mesi e uno di formazione di sei mesi. Tre le posizioni offerte da Frontex: livello base, intermedio e avanzato. Per il primo livello, l’età massima è di 47 anni. Le persone potranno essere dispiegate ovunque a seconda delle necessità (anche nel proprio Paese, ma non necessariamente).

Verrà valutata anche la preparazione fisica dei candidati: la forza, la velocità e la resistenza sulla durata. Lo stipendio mensile massimo di un funzionario di livello base sarà di 2.710 euro netti, a cui bisogna aggiungere varie indennità. È necessaria una esperienza nel mantenimento dell’ordine pubblico o nei servizi emergenza o ancora nella gestione delle crisi. Al di là dei periodo di missione, il luogo di lavoro è Varsavia. L’assunzione scatterà nel gennaio 2021.

Frontex è cambiata molto in questi anni, sulla scia della crisi migratoria del 2015. Da agenzia di monitoraggio delle frontiere esterne dell’Unione è diventata una autorità che coordina il lavoro dei Paesi membri. Tendenzialmente, utilizza doganieri nazionali (una recente riforma prevede che entro la fine del prossimo decennio possa contare su una forza di 10.000 funzionari nazionali nelle situazioni d’emergenza). Dal 2021, Frontex potrà contare su una propria forza operativa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti