Un carnet per riscoprire una Torino tutta all'insegna dell'arte

5/5Weekend

Doisneau, Constable e il cioccolato di Baratti&Milano

Sempre a proposito di maestri dell'obiettivo gli fa da contraltare nella sede di Camera la mostra dedicata a Robert Doisneau che restituisce intatta l'atmosfera di quella Parigi povera e pura che lui, reporter di strada, ha saputo cogliere con estrema sincerità e sublime magia. La Reggia di Venaria Reale già di per sé rappresenta una meraviglia artistica, dalla Galleria Grande coi suoi stucchi, decori e lesene eteree alla Sala di Diana in cui gli occhi corrono tra allegorie e scene di caccia, senza dimenticare i giardini. Dentro questa miniatura perfetta si incastrano altrettanto armoniosamente i paesaggi dipinti dal pittore romantico inglese John Constable arrivati dalla Tate londinese. Si tratta di un'avventura en plein air che porta da Stratford Mill al Suffolk tra villaggi, boschi, scene bucoliche intense e ammalianti. Più rarefatti e improbabili appaiono infine, gli Orizzonti tremanti di Olafur Eliasson: sei opere d'arte immersive simili a dispositivi ottici a forma di cuneo in cui compaiono creazioni fluide dentro uno spazio panoramico a 360 gradi. Sono illusioni o proiezioni di luce? Il dubbio resta irrisolto anche dinnanzi a una tazza di cioccolata bollente al Caffè Baratti & Milano che la serve dalla metà dell'800

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti